Gruppo FS: iniziative e progetti per una mobilità sempre più inclusiva

0
149 Numero visite

Migliorare l’accessibilità nelle stazioni e potenziare i servizi di assistenza dedicati alle persone a ridotta mobilità e con disabilità

Migliorare l’accessibilità nelle stazioni e potenziare i servizi di assistenza dedicati alle persone a ridotta mobilità e con disabilità. Il Gruppo FS lavora per dare concretezza all’inclusività e si impegna a favorire diversità e inclusione nell’ambito della mobilità. Tra le azioni e i progetti per superare ogni forma di discriminazione il Gruppo ha scelto di integrare le competenze di inclusione e ascolto delle esigenze specifiche anche nella formazione del personale.

Scuola, Università e Impresa sono ancora più vicine da quando il Gruppo FS ha attivato percorsi di alternanza scuola-lavoro e di tirocinio che coinvolgono in modalità inclusiva studenti e studentesse con disabilità e/o con esigenze specifiche (es. neurodivergenze, bisogni educativi speciali, ecc.) all’interno degli impianti tecnici.  Ad ogni partecipante viene assegnato un tutor interno con l’obiettivo di fornire un’esperienza lavorativa di qualità e un momento di sensibilizzazione e formazione abilitante. Il Gruppo FS ha curato nel 2023 con le Società del Gruppo l’inserimento temporaneo di 3 alunni delle scuole superiori con esigenze specifiche legate a disabilità cognitive, autismo o bisogni educativi speciali, all’interno di alcune aree nell’ambito dei “Percorsi di alternanza scuola-lavoro”. L’ingresso in Azienda è stato preparato attraverso l’analisi puntuale delle esigenze specifiche di ciascuna persona e il matching con le attività che sarebbero state svolte, per consentire di esprimere appieno le proprie capacità nelle nostre realtà tecniche. L’iniziativa ha coinvolto, a livello interno, circa 50 persone che hanno lavorato a fianco degli studenti con una formazione relativa alle caratteristiche specifiche delle disabilità e alle neurodivergenze che avrebbero accolto e alla gestione delle loro esigenze sul lavoro.

Inoltre, nel 2022 in partnership con le Federazioni FISH&FAND, è stato avviato un progetto formativo per abilitare il personale di bordo alla corretta comunicazione e gestione dei passeggeri con esigenze specifiche. I 150 istruttori Trenitalia coinvolti hanno acquisito conoscenze e competenze per formare, nel corso del 2023, a loro volta oltre 5000 capitreno alle principali caratteristiche ed esigenze delle persone con disabilità motorie, visive, uditive e cognitive a bordo treno. Inoltre, Trenitalia è il primo operatore nel settore della mobilità in Italia a garantire un servizio di video-interpretariato, gratuito ed immediato in lingua dei segni italiana (LiS) per le persone sorde. Il servizio è operato da un partner tecnico, specializzato nei servizi di video-interpretariato per l’abbattimento delle barriere alla comunicazione. La traduzione simultanea da e verso l’italiano e la Lingua dei Segni Italiana è garantita grazie ad un interprete professionista che rispondendo alla video-chiamata dell’operatore FS e del cliente, supporta il dialogo con un tempo di attesa inferiore ai 30 secondi. Il personale Trenitalia è stato formato per acquisire le competenze tecniche di ruolo funzionali all’accoglienza e la comunicazione con le persone sorde.

I clienti sordi possono attivare il servizio utilizzando i tablet dedicati a disposizione del personale Trenitalia o direttamente dal proprio smartphone inquadrando un QR code.

Il servizio è fruibile presso le biglietterie, nei desk di vendita e assistenza AV e regionale e presso i FRECCIALounge tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle ore 8:00 alle ore 18:00 (inclusi festivi) nelle stazioni di Milano Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma Termini e Napoli Centrale. A sostegno dei clienti sordi, è stata creata anche un’innovativa informativa per la protezione dei dati personali per l’acquisto dei biglietti, resa accessibile grazie al video-interpretariato in LiS

Un impegno contro le barriere, che si traduce in azioni concrete per rendere sempre più accessibili anche treni e infrastrutture, garantendo l’inclusione e il pieno diritto alla mobilità. Le Sale Blu, il servizio di Rete Ferroviaria Italiana per fornire assistenza gratuita ai viaggiatori a ridotta mobilità e con disabilità sono presenti in 15 stazioni; a cui si aggiunge la Sala Blu Nazionale. Tra gli interventi la realizzazione di rampe e percorsi pedotattili, l’installazione di ascensori e l’innalzamento dei marciapiedi ad altezza 55 centimetri dalle rotaie per agevolare l’accesso ai treni. I servizi erogati nel corso dell’intero 2023 sono stati 406.594.

Iniziative che riflettono l’impegno tangibile del Gruppo FS nella promozione dell’inclusività: migliorare e semplificare la fruibilità dei servizi mettendo in campo interventi, insieme alla consapevolezza che l’acquisizione di competenze tecniche di ruolo specifiche da parte delle nostre persone sia uno strumento importante per il costante miglioramento dei livelli di qualità e il superamento di ogni forma di discriminazione e di esclusione.

Redazione Telenord
di Carlotta Nicoletti

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹