PUBBLICITA

di Gioele Urso

PUBBLICITA

Ti vergogni del tuo congiunto con disabilità? Provi risentimento nei suoi confronti? Non ti senti a tuo agio quando hai amici a casa?

Sono alcune delle domande che sono presenti all’interno del documento per la ‘Valutazione degli aspetti sociali e del carico emotivo-sociale’ approvato dalla giunta regionale del Piemonte e fortemente contestato da Silvio Magliano, consigliere regionale dei Moderati.

“Sono alcuni dei quesiti inclusi nel questionario compreso nella sezione relativa alla valutazione degli aspetti sociali e del carico emotivo-sociale della ‘Cartella della disabilità Adulti”, spiega Magliano, “La ‘Cartella’ è stata approvata con la Deliberazione della Giunta Regionale numero 39-1523 del 12 giugno 2020”.

“Sono domande inaccettabili e, oltre tutto, assolutamente ininfluenti rispetto all’accesso alle prestazioni”, continua il consigliere regionale, “Questo questionario è adottato dal 1989 e puntualmente inserito come allegato tecnico nelle delibere: la sua compilazione è richiesta per ricevere i fondi destinati al sostegno delle famiglie che hanno a carico una persona con una grave disabilità. Si tratta di un metodo di valutazione ormai superato e irrispettoso della dignità tanto dei caregiver quanto delle persone con disabilità”.

L’esponente torinese dei Moderati ha poii spiegato che ha presentato un Question Time alla Giunta regionale chiedendo di provvedere alla rimozione del testo.

 

Notizia