La storia dolceamara di Mario non sente e non parla ma è in contatto col mondo

0
1.406 Numero visite
PUBBLICITA

Viterbo – Contatti con tutto il mondo. A migliaia (anzi, a decine di migliaia). E’ un risultato ragguardevole, quello che Mario Rizzo, un viterbese con dei limiti (non sente e non parla), ha raggiunto creando, e rendendo vivo e vitale, un suo sito web. E’ il sito www.tvsordi.it. Nell’era di internet, sembra essere questa, per chiunque, come lui, abbia un handicap, la via maestra per comunicare.

PUBBLICITA

di autore?

maxresdefault
Mario Rizzo

La solitudine, a questo punto, non esiste più. In compenso, esiste qualcos’altro: la solidarietà, la condivisione, la gioia di scambiarsi pensieri e sentimenti che, al di là dei problemi pratici, materiali, dell’esistenza, aiutano a vivere. Non meno di ventiquemila (si calcola) i contatti quotidiani di questo sito.

Rizzo (che, nel comunicare, si aiuta con bigliettini ma, sopratutto, con una gestualità accattivante, mite, umile e, a suo modo sicura) affronta il quotidiano, con i suoi scogli, con un coraggio e una scioltezza che, a chi sente e chi parla, potrebbero fare invidia. La soglia di vigilanza, l’attenzione e , quindi il controllo del mondo esterno sono, in lui, almeno pari a quello che, nell’intimo, esercita su stesso.

E’ in contatto, tra l’altro, con il TG LIS (La Lingua dei Segni) e, in particolare con LS, E proprio con lei, in questi giorni, sta tentando di risolvere (e presto ci riuscirà) un problema cruciale: come fare perchè, anche a lui, sia data la possibilità di diventare – per meglio gestire il suo sito – giornalista pubblicista. A questo scopo, per lui, è essenziale trovare dei giornalisti specializzati (con esperienza nel campo) che, affiancandolo, gli consentano appunto di arrivare, una volta per tutte, al sospirato – ma anche, in fin dei conti, dovuto, visto il fermento, davvero incessante, della sua attività – titolo. Chiunque fosse interessato ad aiutarlo può, dunque, rivolgersi a questo numero di cellulare: che è appunto, il cellulare di LS.

Infonde simpatia e, a suo modo, tenerezza, Mario Rizzo. Ma anche – e forse prima di tutto – rispetto. Che valga la pena di sostenerlo, quest’uomo, lo si intuisce subito. Aiutare un uomo a comunicare è, in fondo, aiutarne tanti altri. Perchè la rete delle relazioni, per gli uomini, può tradursi in ricchezza, Una ricchezza inesauribile.

Fonte: Corriere di Viterbo

 

Notizia