PUBBLICITA

Vatican News

PUBBLICITA

Un’altra tappa importante del Progetto “Nessuno Escluso” del Dicastero per la Comunicazione.

A partire dalla Domenica delle Palme, il canale You Tube di Vatican News https://e.va/lis offrirà gratuitamente il servizio live di sottotitolazione in italiano degli Angelus e delle Udienze Generali di Papa Francesco. Il servizio si affiancherà a quello di traduzione in Lingua dei Segni (LIS) già attivo dalla Pasqua dell’anno scorso. Si tratta di un contributo importante nella direzione di una comunicazione sempre più inclusiva. Non tutti coloro che sono non udenti o hanno disabilità comunicative conoscono, infatti, la Lingua dei Segni.

La sottotitolazione in lingua italiana in diretta è l’ultimo tassello del Progetto avviato nella Pasqua dell’anno scorso. In occasione del Natale 2021 era stata inoltre lanciata la App d’informazione Vatican for All sempre realizzata dal Dicastero per la Comunicazione per le persone con disabilità comunicativa e visiva. La App – scaricabile gratuitamente su Google Play e su Apple Store – consente di accedere ai contenuti informativi delle Udienze Generali, Angelus e degli altri avvenimenti papali. Permette inoltre di essere aggiornati tempestivamente sull’attività del Papa e della Santa Sede e sulla vita della Chiesa nel mondo.

Il Progetto è stato avviato in occasione della Pasqua 2021 con l’apertura di un canale live per la traduzione in Lingua dei Segni Italiana LIS https://e.va/lis e uno in differita per la traduzione ASL (American Sign Language) http://e.va/asl Il Progetto è coordinato da Suor Veronica Donatello, responsabile del Servizio nazionale della Conferenza Episcopale Italiana per la Pastorale delle persone con disabilità.

La sottotitolazione, come le altri componenti di “Nessuno Escluso”, è stata è resa possibile grazie alla collaborazione e al sostegno economico del Pio Istituto dei sordi di Milano, di CBM Italia-Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, Freunde von Radio Vatikan (Amici della Radio Vaticana) e St Francis Borgia Deaf Center di Chicago.

In particolare, il nuovo servizio viene realizzato grazie al contributo del Pio Istituto dei Sordi di Milano.

 

Notizia