Sono in consegna le tessere di libera circolazione per i disabili sui mezzi pubblici della Regione Piemonte

0
1.851 Numero visite
PUBBLICITA

La nuova “smart card BIP” è ad uso strettamente personale ed è dotata di fotografia, che permetterà di semplificare la verifica dell’identità del portatore da parte dei controllori

PUBBLICITA

T_89b55c5954Stanno giungendo in questi giorni nelle case degli oltre 100 mila piemontesi con disabilità le nuove tessere di “libera circolazione” della Regione Piemonte, una sorta di “smart card” conforme al sistema di bigliettazione elettronica, per semplificare l’accesso ai servizi di trasporto pubblico regionale da parte delle persone disabili. Sono di colore bianco e sostituiranno, dal prossimo 1 aprile, la cosiddetta “tessera gialla” ed avranno validità annuale.

Hanno diritto al rilascio della tessera di libera circolazione i residenti nella Regione Piemonte che rientrano in una delle seguenti categorie: ciechi totali e ventesimisti (con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi); sordomuti; grandi invalidi (invalidi di guerra e per servizio); minori invalidi; minori ipoacusici; beneficiari dell’indennità di accompagnamento; invalidi di oltre 65 anni di età con difficoltà persistenti di grado medio grave; invalidi civili, con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura uguale o superiore al 67%, disabili (invalidi civili e del lavoro).

La “smart card BIP” è ad uso strettamente personale ed è dotata di fotografia, che permetterà di semplificare la verifica dell’identità del portatore da parte dei controllori. La tessera è inoltre provvista di un chip elettronico che – sui mezzi appositamente attrezzati – consentirà la verifica elettronica della validità del titolo di viaggio.

La tessera di libera circolazione permette alle persone disabili di viaggiare gratuitamente nell’ambito della Regione Piemonte, senza limiti di orari e di corse, su tutte le linee di trasporto pubblico urbane, suburbane ed extraurbane (tram e autobus), sulla metropolitana di Torino, sui treni regionali e diretti con partenza e arrivo nelle città piemontesi, sui treni interregionali di competenza della Regione Piemonte collegano il Piemonte con la Lombardia e la Liguria e sugli autobus sostitutivi, supplettivi e integrativi di servizi ferroviari della Regione Piemonte.

La gratuità del viaggio è consentita anche all’eventuale accompagnatore nei casi di ciechi totali o ventesimisti, minori invalidi, invalidi con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e invalidi ultrasessantacinquenni con difficoltà persistenti, di grado grave, a svolgere i compiti e le funzioni propri dell’età, con impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore, minori ipoacusici.

http://www.targatocn.it/

Notizia