Caorle. Finti non udenti truffano i turisti: fermati in 17

0
94 Numero visite
PUBBLICITA

La polizia locale di Caorle ha identificato 17 finti non udenti che truffano i turisti chiedendo denaro per aprire un finto centro di cure. || Fingevano di essere non udenti e riuscivano a farsi dare soldi dai turisti per costruire un fantomatico centro internazionale dedicato all’assistenza di persone non udenti, disabili e bambini poveri.

PUBBLICITA

Sono 17, tutti di nazionalità romena, i truffatori fermati, identificati e fotosegnalati in queste settimane dalla polizia locale di Caorle. Dopo vari controlli, anche in borghese, gli agenti hanno elevato 12 verbali per violazione del regolamento comunale di polizia e sicurezza urbana sul divieto di raccolta firme e fondi, che prevede una sanzione di 50 euro, il sequestro del denaro e del materiale.

Per dissimulare la truffa, i finti non udenti sottoponevano ai passanti anche dei moduli, scritti in italiano e tedesco, da compilare e sottoscrivere, spesso con penne a inchiostro simpatico per poter poi far sparire le tracce dell’inganno. Per tutti è scattato anche il Daspo urbano con l’obbligo di lasciare la città e non farvi rientro per 48 ore. (Servizio di Ilaria Marchiori)

 

Notizia