Pubblicità

“La città di Sabaudia rende fruibile la spiaggia a persone con disabilità, alla luce del servizio sperimentale attuato sin dal 2017 e migliorato nel tempo, grazie alle sinergie instaurate tra uffici comunali e utenti”.

Pubblicità

E’ la comunicazione dell’amministrazione che specifca come sono i tre i tratti di spiaggia accessibili e dunque frequentabili indistintamente da tutta la popolazione, attivati presso le discese numero A2, A7 e A16, con un’apposita passerella per la discesa in spiaggia fino all’area antistante la riva, job chair, necessaria per accedere e muoversi in acqua e assistenza bagnanti. Le aree sono inoltre contrassegnate da apposita cartellonistica, munite di bagno chimico per persone con disabilità e su strada c’è un posto auto per diversamente abili.

Attivo anche il servizio navetta su richiesta al numero 392.9720153 che provvederà gratuitamente al trasporto della persona con disabilità dall’abitazione al mare e viceversa.

Le spiagge attrezzate sono fruibili a titolo gratuito tutti i giorni dalle 10 alle 18 e resteranno attive con tutti i servizi fino al prossimo 15 settembre.

Dalla sperimentazione del 2017, iniziata a poche settimane dal nostro insediamento – commenta la consgliera delegata Francesca Marino – arriviamo al 2021 con un servizio ormai strutturato che prevede ben tre tratti di arenile accessibile anche a persone con disabilità. Nonostante i vincoli imposti in una zona a tutela integrale e la morfologia del paesaggio dunale con una pendenza non idonea a creare passerelle fruibili a tutti, siamo riusciti a garantire ad ogni cittadino e turista la possibilità di godere della bellezza del nostro mare e dei suoi paesaggi, di giornate assolate in un clima rilassato e piacevole, consapevoli di quanto la spiaggia sia un bene comune il cui diritto alla fruibilità va assicurato indistintamente ad ogni persona.

Tutto è migliorabile e si lavora ininterrottamente per perfezionare il servizio ma la strada intrapresa è quella giusta e soprattutto rispondente all’obiettivo generale di approdare ad una Sabaudia sempre più accogliente e inclusiva”.

 

Notizia