Manca personale all’aeroporto di Lamezia, disabili bloccati in aereo per ore

Stavano rientrando dal pellegrinaggio a Lourdes. La denuncia del presidente dell'Unitalsi di Crotone

0
102 Numero visite
PUBBLICITA

Gravi disagi per un gruppo di decine di persone affette da disabilità bloccate per diverse ore all’aeroporto di Lamezia Terme dentro ad un aereo a causa molto probabilmente della carenza di personale allo scalo lametino della Sacal.

PUBBLICITA
A denunciare quanto accaduto il 10 giugno è il presidente dell’Unitalsi crotonese Carlo Garofalo: “Ieri sera l’Unitalsi calabrese – riferisce il presidente – concludeva il primo pellegrinaggio a Lourdes della stagione.
Di ritorno, circa 200 persone sono rimaste bloccate in aeroporto a causa della scarsa presenza di personale addetto allo sbarco aeroportuale. Il volo della compagnia spagnola Alba Star, è atterrato alle 23 ed il personale volontario Unitalsi è stato quindi invitato a lasciare l’aereo trovandosi bloccato nella sala di attesa bagagli, mentre gli amici in difficoltà sono rimasti a bordo dell’aereo senza nessuna assistenza, in attesa della cena, abbandonati a loro stessi per più di due ore. Dopo numerose sollecitazioni, solo dopo avere fatto intervenire la polizia aeroportuale per poter risolvere, la questione, finalmente all’una di notte gli ultimi amici disabili, provenienti da tutta la Calabria (Reggio Calabria, Catanzaro, Crotone, Cosenza ed altri centri) riuscivano a sbarcare per fare ritorno alle proprie abitazioni”.

Quanto accaduto riferisce Garofalo (a nome dell’intera Unitalsi calabrese), denuncia dunque “l’ennesima dimostrazione di assenza di servizi nella nostra regione, per le persone con difficoltà. L’intera associazione intende procedere alla denuncia di quanto accaduto, nelle sedi opportune.

 

Notizia