“Agevolazioni economiche” per soggetti affetti da disabilità uditive e visive

0
585 Numero visite

Secondo le delibere AGCOM chi è affetto da disabilità uditive e visive ha diritto a chiedere delle condizioni economiche agevolate per le tariffe di telefonia.

Le tariffe di telefonia devono essere ponderate in relazione alle esigenze e alle abitudini di ciascuno. Proprio per questa ragione l’AGCOM ha emanato la delibera n. 514/07/CONS che prevede, per coloro che sono affetti dalle disabilità uditive e visive, particolari agevolazioni economiche nell’accesso ai servizi di telefono ed Internet.

Quali sono le agevolazioni previste?

Costoro sono esentati dal pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico di categoria B (abitazione privata). Ottenere tariffe di telefonia agevolate è molto semplice, è sufficiente che l’abbonato faccia domanda di esenzione alle imprese fornitrici del servizio al momento della richiesta di abbonamento o in qualsiasi momento successivo del rapporto contrattuale.

Chi può richiedere le agevolazioni?

Possono richiedere tali agevolazioni gli abbonati residenziali sordi e gli abbonati residenziali nel cui nucleo familiare sia presente un soggetto sordo.

Le agevolazioni spettano a chi soffre di sordità congenita o acquisita fino a 12 anni, con difficoltà nel normale apprendimento del linguaggio parlato.

Oltre ai disabili uditivi, anche chi è affetto da deficit della vista può usufruire di tali tariffe di telefonia agevolate, in tal caso l’AGCOM ha previsto che possano disporre di tale diritto solo i ciechi totali titolari di indennità di accompagnamento e non i ciechi parziali o agli ipovedenti gravi. I consumatori non vedenti potranno fare domanda per accedere ad offerte con uno sconto del 50% sul canone mensile per la connessione Internet o potranno scegliere 90 ore gratuite di navigazione al mese. L’AGCOM, infatti ha stimato che un utente non vedente ha bisogno di tempi più lunghi per navigare in rete ed utilizzare i programmi di sintesi vocale.

 

Newsletter