Bari, paura sul bus: l’autista non si ferma, panico a bordo

0
312 Numero visite
PUBBLICITA\'

Panico domenica pomeriggio su un bus dell’Amtab a Bari a causa di un improvviso cambio di itinerario da parte dell’autista della linea 16 che ha suscitato preoccupazione tra alcuni passeggeri al quartiere San Paolo anche per una inspiegabile velocità del mezzo

PUBBLICITA\'

Il bus, partito intorno alle 19 dall’Aeroporto di Palese, ha iniziato a percorrere il suo tragitto facendo una o due fermate; successivamente avrebbe invertito la marcia percorrendo per due volte lo stesso itinerario. In realtà, il conducente – da quanto si è appreso – era stato contattato dalla sua azienda in quanto aveva saltato una fermata nei pressi di Parco dei Principi lasciando una passeggera a terra che nel frattempo aveva contattato il numero verde (da qui la segnalazione “immediata” al conducente).

Fatto sta che alcuni passeggeri, visibilmente preoccupati dalla velocità del mezzo sin dalla partenza, in assenza di chiarimenti hanno manifestato insofferenza e una bambina figlia di una sordomuta ha iniziato a piangere anche per il trambusto che si è creato a bordo: la gente ha chiesto più volte all’autista di fermarsi ma lui ha continuato. Una ragazza ha insistentemente ripetuto all’autista il perché di quello strano percorso e lui avrebbe risposto male continuando la corsa.

Nel frattempo è salita la donna che era stata lasciata alla fermata ma la situazione è degenerata: la ragazza a cui poco prima l’autista aveva risposto in maniera poco “esaustiva”, ha chiamato i parenti chiedendo aiuto, mentre qualche altro passeggero ha criticato aspramente il conducente per il suo comportamento. Il mezzo è stato fermato in viale Europa da un’auto, nei pressi della ex traversa 75, da cui sono scese alcune persone – parenti di una passeggera – che hanno inveito contro l’autista battendo contro le porte drl mezzo pubblico.

C’è stato panico a bordo, la gente chiedeva di scendere, l’autista ha serrato le porte perché temeva il peggi per la situazione sfuggita di mano: poi una ragazza ha azionato l’uscita di emergenza aprendo la porta posteriore del mezzo da cui sono scesi tutti i passeggeri. Una pattuglia della Finanza che transitava in quel momento, è intervenuta notando il mezzo fermo al centro della strada. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri, a quanto pare chiamati dall’autista.

Sono in corso accertamenti da parte della Polizia locale (intervenuta successivamente) che ha identificato e ascoltato alcuni passeggeri perché gli altri si sono allontanati una volta scesi: indubbiamente ci sono alcuni aspetti da chiarire, tra cui la (riferita) andatura veloce del mezzo, l’eventuale cambio di itinerario, il contatto con la sala operativa e il comportamento dell’autista. Piccoli pezzi di un puzzle da ricomporre anche se probabilmente la situazione poteva essere evitata se ci fosse stata (forse) maggiore comunicazione tra il conducente e i passeggeri.

https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/

PUBBLICITA\'
Notizia