S.O.S. Sordi: rinnovato il protocollo con la Questura di Reggio Emilia

0
988 Numero visite
PUBBLICITA

PUBBLICITA

Questa mattina è stato rinnovato dal Questore di Reggio Emilia e dalla presidente della Sezione Provinciale dell’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi, Valeria Versienti,il protocollo d’intesa S.O.S.Sordi.

10 nov 2017

Il progetto, promosso dall’ Ente Nazionale  Sordi ed ideato  in sinergia con la Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato, nasce con l’obiettivo di rendere accessibili i servizi di emergenza alle persone affette da sordità mediante l’utilizzo dell’applicazione “Sos Sordi”. Tale applicazione, sviluppata per smartphone e tablet con sistemi Ios e Android, è caratterizzata da un’interfaccia grafica intuitiva che permette all’utente di selezionare, attraverso il touch screen del dispositivo in uso, una delle tipologie d’intervento in essa prevista. Il servizio consente di contattare la Polizia di Stato e si attiva selezionando l’icona con il simbolo del poliziotto e successivamente quella relativa al tipo di soccorso richiesto. Immediatamente si genera una e-mail contenente i dati della persona, gli elementi essenziali della tipologia di segnalazione e le coordinate di localizzazione del segnalante che viene ricevuta e presa in carico dalla Centrale Operativa della Questura rendendo in questo modo accessibile attraverso un’applicazione il servizio del numero d’emergenza.

L’ iniziativa, già avviata tre anni fa in provincia di Reggio Emilia dallo stesso Questore Fusiello, costituisce un valido strumento per la richiesta di emergenza al 113 da parte di persone con disabilità uditiva consentendogli piena autonomia in relazione ai servizi di gestione delle emergenze ed abbattendo così le barriere di comunicazione

Sassuolo2000 | quotidiano online

Notizia