Recite accessibili di “Il Misantropo” di Molière regia e adattamento Leonardo Lidi

0
89 Numero visite
PUBBLICITA

Recite accessibili di Torino, Teatro Carignano, 17 – 22 maggio 2022

Prosegue il processo di trasformazione dedicato all’accessibilità del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, che consentirà ad un pubblico sempre più ampio di assistere agli spettacoli mediante nuove tecnologie e materiali di approfondimento destinati al superamento delle barriere più invisibili. Dal 17 al 22 maggio 2022, saranno rese accessibili 6 recite di “IL MISANTROPO” con la regia di Leonardo Lidi, NUOVA PRODUZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO.

PUBBLICITA

CS_IL MISANTROPO_Accessibile

Grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, nell’ambito del bando SWITCH_Strategie e strumenti per la digital transformation nella cultura, sarà possibile assistere allo spettacolo con il supporto di soprattitoli in francese e italiano semplificato con descrizione dei suoni, che potranno essere selezionati e letti attraverso l’uso di dispositivi forniti direttamente dal Teatro Stabile: smart-glasses, smartphone e tablet.

Un ulteriore passo in avanti verso la resa accessibile for all prevede la trasmissione in sala dell’audio introduzione ad inizio spettacolo e l’organizzazione di un tour descrittivo e tattile sul palcoscenico, venerdì 20 maggio 2022 alle ore 18:30. Saranno inoltre disponibili, sul sito web (predisposto per la lettura da parte di applicazioni screen reader) e sulla App del TST, materiali realizzati ad hoc e consultabili prima della fruizione dello spettacolo per avvicinarsi maggiormente al linguaggio del teatro: un video di approfondimento con audio, sottotitoli in italiano e in LiS, una scheda facilitata di presentazione dello spettacolo e la scheda di sala dello spettacolo in lingua francese.

Sul nostro sito internet (predisposto per la lettura da parte di applicazioni screen reader) e sulla APP del TST, sono disponibili un video di approfondimento con audio, sottotitoli in italiano e in LIS: https://www.youtube.com/watch?v=JopHDFpDsJQ  e una scheda di presentazione dello spettacolo: https://www.teatrostabiletorino.it/wp-content/uploads/2021/07/TST_IL-MISANTROPO_Scheda-di-sala-semplificata.pdf

Rendere accessibili le proprie produzioni in modo continuativo, integrando una nuova procedura in modo strutturale all’interno dell’attività del Teatro, costituisce non solamente un unicum nel settore teatrale, ma anche un’opportunità preziosa per costruire un modello che potrà, in futuro, essere replicato ed applicato da altre istituzioni.

Il progetto è stato sviluppato in stretta collaborazione con il partner tecnologico Panthea, leader europeo nell’elaborazione di soluzioni per la realizzazione di soprattitoli accessibili per lo spettacolo dal vivo e +Cultura Accessibile, onlus attiva in ambito di accessibilità culturale che focalizza la propria mission nella tutela e nel riconoscimento del diritto all’esperienza culturale alle categorie più fragili.

LO SPETTACOLO

È l’amore che deve tornare al centro del nostro pensiero intellettuale, perché una persona al nostro fianco è differente da un computer acceso sul nostro letto: sarà l’amore a salvarci dalla nostra autodistruzione?

Leonardo Lidi

In occasione del 400° anniversario della nascita di Molière, il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale ha chiesto a Leonardo Lidi di mettere in scena IL MISANTROPO. Lo spettacolo è interpretato da: Christian La Rosa, Giuliana Vigogna, Orietta Notari, Francesca Mazza, Marta Malvestiti, Alfonso De Vreese, Riccardo Micheletti. Leonardo Lidi oltre alla regia cura anche l’adattamento del testo, le scene e le luci sono di Nicolas Bovey, i costumi di Aurora Damanti e il suono di Dario Felli. Assistente alla regia Riccardo Micheletti.

Leonardo Lidi mette in scena questo intramontabile capolavoro, un testo che ancora oggi riesce a restituire al pubblico un’analisi implacabile di certe distorsioni sociali, nonché l’allucinata tragedia di un uomo ridicolo, che solo grazie all’amore può sperare di trasformare la propria buia quotidianità. Forse sarà proprio l’amore a farci spegnere il telefono e uscire di casa, ritrovando il piacere dell’incontro. In un mondo di finzioni, di autorappresentazioni, di superficialità e ipocrisie, comprendere la verità dei sentimenti non è un atto indolore, perché, come spiega bene il drammaturgo francese, l’amore non è semplice e trova il suo equilibrio tra egocentrismi e debolezze, tra desideri di attenzione e masochismi, tra sadismo e struggenti dolcezze.

Leonardo Lidi (1988), attore e regista formatosi alla Scuola del Teatro Stabile di Torino, si è imposto sulla scena teatrale ricevendo importanti riconoscimenti, fra cui il Premio Ubu 2016 under 35 insieme a tutto il cast di Santa Estasi. Atridi: 8 ritratti di famiglia per la regia di Antonio Latella, la vittoria del bando per registi under 30 di Biennale College Teatro 2017 con la riscrittura di Spettri da Ibsen e il Premio della Critica dell’ANCT 2020 per Lo zoo di vetro da Williams e La casa di Bernarda Alba. Nel 2020 ha curato la sua prima regia lirica, Falstaff di Verdi, al Teatro Municipale di Piacenza. Impegnato anche dietro la macchina da presa come interprete, ha partecipato ai film L’incredibile storia dell’Isola delle Rose (2020) di Sydney Sibilia, accanto a Elio Germano e Matilda De Angelis, e Il paradiso del pavone (2021) di Laura Bispuri, in concorso nella Sezione Orizzonti della 78ma Mostra del Cinema di Venezia. Nel giugno 2021 ha debuttato in prima nazionale al Festival dei Due Mondi di Spoleto con la regia de La signorina Giulia da Strindberg. Per il triennio 2021-2023 è nominato artista associato del Teatro Stabile di Torino nonché vicedirettore della Scuola per attori del TST, diretta da Valerio Binasco.

TEATRO CARIGNANO

RECITE ACCESSIBILI DAL 17 AL 22 MAGGIO 2022

IL MISANTROPO

di Molière

regia e adattamento Leonardo Lidi

con Christian La Rosa, Giuliana Vigogna, Orietta Notari, Francesca Mazza, Marta Malvestiti, Alfonso De Vreese, Riccardo Micheletti

scene e luci Nicolas Bovey

costumi Aurora Damanti

suono Dario Felli

assistente regia Riccardo Micheletti

Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

DATE, ORARI e SEDE

Repliche accessibili dal 17 al 22 maggio 2022

Martedì 17 maggio ore 19:30. Mercoledì 18 maggio ore 20:45. Giovedì 19 maggio ore 19:30. Venerdì 20 maggio ore 20:45. Sabato 21 maggio ore 19:30. Domenica 22 maggio ore 15:30.

 

Tour descrittivo e tattile sul palcoscenico

venerdì 20 maggio 2022 ore 18:30

Partecipazione gratuita fino esaurimento dei posti disponibili, previa prenotazione entro il 18 maggio 2022 a: accessibilita@teatrostabiletorino.it – 011 5169460

Teatro: Carignano, piazza Carignano 6, Torino

PRENOTAZIONI SPETTACOLO

Per l’utilizzo dei dispositivi (tablet, smartglasses o smartphone) è richiesta la prenotazione alla biglietteria nelle seguenti modalità: via email all’indirizzo biglietteria@teatrostabiletorino.it, telefonicamente al numero 011 5169555; oppure presso la biglietteria del Teatro Carignano, aperta da martedì a sabato ore 13-19, la domenica ore 14-19.

BIGLIETTI

Intero € 37 – Ridotto (under 25, over 65) € 34

Le persone con disabilità hanno diritto al biglietto ridotto e, in caso di necessità, l’eventuale accompagnatore ha diritto all’ingresso omaggio.

INFO

accessibilita@teatrostabiletorino.it – 011 5169460

 

 

Notizia