Al via il progetto ‘Senzabarriere.app’ per mappare e stimolare l’inclusività di Pisa

L'applicazione per smartphone recensirà l'accessibilità dei luoghi d'interesse con il lavoro degli studenti, per fornire un servizio utile ai disabili e fare sensibilizzazione

0
372 Numero visite
Il gruppo alla conferenza stampa

La Senzabarriere.app sbarca a Pisa: da giovedì 11 maggio i volontari dell’associazione Luccasenzabarriere odv insieme a 30 studentesse e studenti dell’IIS Galilei-Pacinotti inizieranno la mappatura del centro storico. Il progetto, che punta a rendere sempre più accessibili le città e a restituire una fotografia il più veritiera possibile sull’inclusività dei luoghi pubblici e non solo, è sostenuto dal Comune di Pisa e da Confcommercio Pisa con la collaborazione della Provincia di Pisa.

Alla conferenza stampa di presentazione stamani, 10 maggio, erano presenti Domenico Passalacqua, presidente di Luccasenzabarriere odv; Maria Antonietta Scognamiglio, consigliera provinciale con delega alla programmazione scolastica; Sandra Munno, assessore alla disabilità del Comune di Pisa; Stefano Maestri Accesi, presidente di Confcommercio Pisa; la dirigente dell’IIS Galilei-Pacinotti, Gabriella Giuliani e il testimonial dell’applicazione SenzaBarriere.App, David Bonaventuri, calciatore della Nazionale Italiana Calcio Amputati. Presente anche Francesca, una dei due giovani che inizierà il servizio civile con l’associazione.

“Siamo orgogliosi di approdare a Pisa – commenta il presidente di Luccasenzabarriere, Domenico Passalacqua – vogliamo ringraziare l’amministrazione comunale, l’istituto e Confcommercio per il supporto e l’accoglienza: hanno recepito subito il nostro messaggio di inclusione e accessibilità. Chi usa la nostra applicazione ha sempre a portata di mano un vademecum che permette di vivere la città in totale serenità. Grazie, ancora, a chi ci accoglierà e a chi vorrà partecipare al nostro progetto”.

“Una città sempre più accogliente e sempre più a misura di disabili, questo è l’obiettivo del progetto oggi presentato e che come associazione abbiamo deciso di sostenere – dichiara il presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Stefano Maestri Accesi – l’iniziativa ha più di un merito: realizzare una fotografia dettagliata dell’attuale situazione sulla effettiva fruibilità di luoghi di interesse pubblico e privato per coloro che hanno problemi di accessibilità; fornire una informazione immediata e smart attraverso l’uso di una semplice applicazione sullo smartphone; uno stimolo e un incentivo a migliorare tutte quelle situazioni di difficile accesso per persone con disabilità. Tutti motivi che ci hanno fatto decidere: si, Confcommercio c’è!”.

“Sono molto contenta – dichiara l’assessore alla disabilità del Comune di Pisa, Sandra Munno – che alla realizzazione di questo progetto contribuiscano gli studenti delle nostre scuole, nello specifico l’istituto Pacinotti nell’indirizzo dedicato al turismo. Sarà una grande occasione di crescita e di sensibilizzazione non solo perché consentirà loro di imparare a riconoscere le barriere architettoniche, ma approfondendo la conoscenza dei luoghi della città rafforzerà in loro il senso di appartenenza al territorio in cui vivono”.

“E’ un onore per la Provincia di Pisa – aggiunge la consigliera provinciale alla programmazione scolastica, Maria Antonietta Scognamiglio – aver patrocinato questa importante iniziativa, una bella occasione per i nostri ragazzi e le nostre ragazze per prendere parte attivamente alle politiche dell’inclusione portate incessantemente avanti dal nostro Ente anche in ambito di programmazione scolastica. Una occasione importante anche per favorire la creazione di una rete sovraprovinciale sempre più ampia di soggetti e organismi che lavorano incessantemente per fare in modo che la reale inclusione e le politiche di accessibilità siano sempre più possibili”.

“L’esperienza della mappatura dei luoghi della città – dichiara la dirigente scolastica Gabriella Giuliani – e la costruzione di una App non può che essere un’occasione importante per confrontarsi con i temi dell’inclusione e dell’accessibilità attraverso i mezzi tecnologici. Pensare al turismo sostenibile per i disabili è un atto di civiltà da promuovere insieme agli enti del territorio e alle associazioni”.

La mappatura

La squadra di studenti del Galilei-Pacinotti si muoverà tra musei, negozi, uffici pubblici, luoghi di culto, monumenti e tanto altro del centro storico pisano. Ogni luogo sarà ‘mappato’, ovvero ne sarà valutata l’accessibilità, la presenza o meno di barriere architettoniche – ma anche di possibilità utili a intolleranti, allergici e neo-genitori – e sarà poi caricato sulla Senzabarriere.app. Una volta completato il centro della città, i ragazzi e le ragazze si sposteranno a Marina di Pisa e a Tirrenia per concentrarsi sugli stabilimenti balneari. La Senzabarriere.app diventa, quindi, una vera e propria ‘guida delle possibilità’, sempre aggiornata e gratuita, per iOS e Android.

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹