La dimensione etica e morale della Politica Italiana

0
975 Numero visite

Tutti pensano di cambiare il mondo, nessuno pensa di cambiare se stesso “ ! ( pensiero di Lev Tolstoj Poeta Russo ).

La-rottura-della-famiglia-e-ormai-una-piaga-sociale_articleimageLa domanda che spesso il cittadino con insistenza chiede alla Politica diffusa nei siti web, è se la stessa tiene nella massima considerazione la dimensione etica/morale dell’altro, mentre è in “moto” la feroce campagna elettorale sul prossimo Referendum sulla Riforma della Costituzione. Ma coloro che la manifestano, poi, applicano la volontà dei cittadini ? La gente è stanca e questo è molto pericoloso !

La “sfida” nella politica italiana è quasi simile a quella che sta avvenendo con la dura campagna elettorale per le Presidenziali USA, che vede sfidarsi il repubblicano Donald Trump e la democratica Hillary Clinton, voto per eleggere il successore di Barack Obama alla Casa Bianca che si terrà l’8 novembre p.v. !

E’ auspicabile che la politica italiana non dia più sfogo ad arroganze, assuefazioni, assunzioni di potere, ingiustizie, corruzioni, concussioni e reati di vario genere, ma svolga un’opera meritoria al fine di arrecare utilità e, soprattutto, bene comune ! Nel campo politico deve “guardare” al Paese reale ed adottare un bipolarismo efficiente ed atto per consentire una buona, concreta governabilità e non guardare alle ideologie dei singoli partiti . Tutti pensano di cambiare il mondo, nessuno pensa di cambiare se stesso “ ! ( dal pensiero di Lev Tolstoj Poeta Russo ).

La grave situazione della n/s Italia, che si trascina da molti anni con una politica deleteria, necessita di provvedimenti contingentali, risolvibili e tali che con un Governo in carica “ semi sfiduciato” e con un Parlamento dichiarato “poco legale” non in grado di legiferare, non necessita di una “task quirinalizia” per risolvere una crisi che oltre che economica, è anche morale e politica !

Diceva Pierre Thivollier, Sacerdote dell’Ordine dei Figli della Carità vissuto nei fermenti di un’epoca molto tormentata, “ Aver fede è innanzitutto aver fiducia in qualcuno, Il bambino crede a sua madre, lo scolaro al maestro, il malato al suo dottore

Oggi 2016, cosa crede il politico ? Chi crede il politico ? E chi crede nella politica in questa Torre di Babele ?

Ecco, riconosciamo la verità, perché, oggi 2016, la politica è formata da inediti rappresentanti, che non adottano la Dottrina Sociale della Chiesa coniata da Pio XII° nel 1941 che “ parlava “ di filosofia cristiana in relazione ai problemi di natura sociale ed economica, ma da molto tempo, troppo tempo infinito, cerca di trasformare il n/s Paese in un agglomerato di persone inefficienti !

Abbiamo bisogno di onesti Politici che ci amministrano per il bene di tutti come li vuole la buona politica, di buoni Sacerdoti che sappiano, da buoni samaritani, evangelizzare e non agire “ come arroganti funzionari, impiegati o dipendenti della Chiesa” come dice Papa Francesco e non dallo “ spirito del carrierismo che  fa tanto male alla Chiesa”( Vaticano Chiesa S. Marta 15 maggio 2013 ).

Ritornando alla politica, il cittadino si domanda: perché i risultati elettorali, a parte la forte astensione dal voto dell’elettorato ritenuto moderato, favoriscono ed agevolano Movimenti o Partiti che possono contare sui loro fedelissimi ?

Indubbiamente questi “ cespugli”, questa “impropria” politica, questo “intreccio” non soltanto ostacola una efficiente governabilità, ma riduce, per ora, la possibilità al cittadino di dare un voto di indirizzo, anziché di investitura, per cui necessita una riforma della legge elettorale, da noi lungamente auspicata, che consenta la valida e libera espressione dei cittadini in soli due Partiti Politici e “ liberare ” la politica dai gruppi di potere ! Questo è la dimensione etica e morale nella civiltà della filosofia realistica !

Ripeto : vi è la possibilità, perché i tempi ce lo consentono, solo la presenza di due Partiti possono risolvere la crisi politica e forse anche quella economica. Che non sia la volta buona ? “Ai posteri l’ardua sentenza“ (A. Manzoni 5 maggio ).

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza !

Previte.

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.

 

Newsletter