8.2 C
New York
lunedì 30 Marzo 2020
Home Notizie Oggi in segni Interpreti LIS: bene Sanremo, ma poi?

Interpreti LIS: bene Sanremo, ma poi?

Che ne sarà della lingua dei segni una volta finito il festival di Saremo? In Italia non esiste una legge che riconosca la LIS e dunque che riconosca la professione

Chi è l’interprete LIS? Cosa fa? Chi non ha mai avuto a che fare con una persona sorda ne ignora quasi l’esistenza. Per la prima volta invece in questi giorni è diventato un argomento di discussione popolare, grazie al fatto che su Rai Play un gruppo di interpeti di lingua dei segni traduce i dialoghi del Festival di Sanremo. Gli interpreti sono inoltre affiancati da alcuni performer, sordi e udenti, che traducono le canzoni in gara.

Francesca Malaspina è la presidente nazionale dell’Associazione interpreti di lingua dei segni e commenta così Sanremo Live Lis: «Come ANIOS siamo felicissimi che RAI Pubblica Utilità abbia portato la lingua dei segni in prima serata con interpreti Lis professionisti, affiancati da performers che interpretano i brani in gara. Quello dell’interprete Lis è un lavoro importante per garantire il diritto delle persone sorde all’accessibilità in qualsiasi ambito della loro vita e la loro piena partecipazione alla vita sociale e politica del nostro Paese. Ci auguriamo che quando calerà il sipario dell’Ariston, la LIS continui ad essere popolare. Esistono infatti innumerevoli ambiti della vita quotidiana nei quali è richiesta la nostra figura: una traduzione in Tribunale, in sala operatoria, dal notaio, all’università».

In Italia questa professione non ha ancora un riconoscimento specifico: «Continuiamo a lavorare perché si attivino corsi di laurea per formare professionisti seri e per evitare improvvisazioni di appassionati della LIS che poco conoscono gli aspetti tecnici, oltre che etici e deontologici, di una professione difficilissima e affascinante. Nel rinnovare le congratulazioni ai nostri colleghi impegnati nella kermesse e i complimenti a RAI Pubblica Utilità per l’iniziativa, così come già espresso dall’Ente Nazionale Sordi, auspichiamo in futuro una maggiore accessibilità di programmi di informazione e divulgazione».

http://www.vita.it/

webdesignerhttps://www.sordionline.com/
SordiOnline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per le persone con disabilità uditiva
Annuncio pubblicitario

Articoli recenti

Coronavirus, Rai: sottotitoli per non udenti in Tgr aree a rischio

Roma, 29 mar. (askanews) – Da domani altri tre telegiornali regionali avranno la sottotitolazione per i non udenti. Pur in un momento storico senza...

San Ludovico da Casoria (1814 -1885), al secolo Arcangelo Palmantieri

Visse il carisma francescano con un amore illimitato per i più poveri e la promozione umana della gioventù minorata e dei piccoli negri africani....

CORONAVIRUS: Boris Johnson e l’immunità di gregge – La nuova opera della street artist Laika

Roma, 29 febbraio. “Herd Immunity is bulls**t” (tr. “L'immunità di gregge è una caz***a”), cita l’ultima fatica della Street Artist Laika. L’opera dell’artista romana, infatti,...

I social al tempo del corona virus

In questo tempo di isolamento i social sono molto importanti per chi ha un ’handicap per la comunicazione interpersonale. Grazie a questo,forse i normodotati potranno...

Recent Comments

Associazione Nazionale Sordi Onlus on Ens, l’unico ente per la tutela delle persone sorde
Luca Iacovino on Sordi contro Sordi