La preoccupazione della FISH per la drammatica situazione di guerra in Ucraina

0
165 Numero visite
PUBBLICITA

«Esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per la situazione di conflitto in corso in Ucraina, dopo l’invasione del Paese da parte della Russia, guardando in particolare alle sofferenze della popolazione civile e segnatamente alla situazione delle migliaia di persone con disabilità, bambini, bambine e adulti»: sono le parole pronunciate dal Presidente della FISH Vincenzo Falabella, dopo i tragici sviluppi di oggi della situazione in Ucraina.
Proprio le persone con disabilità, infatti, ed è quasi superfluo ricordarlo, vivono negli scenari di guerra la maggior condizione di vulnerabilità, ritrovandosi spesso senza i servizi e i supporti necessari a salvare la propria vita.

PUBBLICITA

«Nel guardare dunque con apprensione a quanto sta accadendo in Ucraina – aggiunge il Presidente della FISH -, perché ogni conflitto porta con sé morte e distruzione, causando sofferenza alle popolazioni e minacciando la convivenza tra le nazioni, intendiamo fare la nostra parte, soprattutto tramite le organizzazioni internazionali cui aderiamo, quali l’Alleanza Internazionale sulla Disabilità (IDA) e il Forum Europeo sulla Disabilità (EDF), da un lato impegnandoci per la pace, dall’altro per evitare ogni ulteriore sofferenza agli uomini, alle donne e ai bambini con disabilità».

 

Notizia