Pane, fantasia e… Deafywood!!!

0
707 Numero visite
Pubblicità

Siamo a giugno, il primo giorno del mese di giugno, già in estate. Immagino che molti di voi, carissimi miei cyberlettori, vi siete organizzati delle ferie o pause per questo weekend andando al mare o in qualche città d’arte, visto che domani è Festa della Repubblica Italiana.

Pubblicità

di Donio Nemico

Cinema senza barriere

Oggi vi scrivo di un argomento, cari cyberlettori, del cinema dei “non udenti”. Sapessi quanti film cinematografici per sordi ci sono! Negli Stati Uniti d’America esisteva una casa di produzione cinematografica fondata da John Maucere: Deafywood, che era la specie parallela di Hollywood per la comunità dei sordi di tutto il mondo: attori sordi, registi sordi, sceneggiatori sordi, produttori sordi, fotografi sordi, tecnici sordi, eccetera.

Probabilmente, il termine a questo sottogenere è “DeafMovie”, come quella dei “non sordi”, i famosi, B-movie. Più o meno. Insomma, in tutti quei film si giravano sia in lingua dei segni americana che in lingua dei segni internazionale. Poi la Deafywood, per qualche mistero, è stata sciolta. Oggi esiste la casa di produzione per i film statunitensi: ASL Films.

Ci sono molti film che hanno come tema la sordità, la comunità sorda, la cultura sorda e la lingua dei segni americana: il primo ed unico film che vinse il Premio Oscar è senza dubbio “Figli di un Dio minore” con l’allora bellissima Marlee Matlin. Poi arriva la serie televisiva “Switched at Birth – Al posto tuo”, con Katie Leclerc sorda e Vanessa Marano udente (anzichè “non sorda”). Ancora oggi Marlee Matlin è la madrina nel mondo del cinema per sordi sia negli Stasti Uniti sia nel mondo. Grazie a lei il cinema si è espanso anche nella cultura dei sordi, producendo di nuovi film. Mentre Katie Leclerc è il punto di riferimento per i giovani sordi: segnanti, oralisti, portatori di impianto cocleare, portatori di protesi acustiche, eccetera. Anche John Maucere è uno dei maggiori attori sordi sia del teatro sia del cinema, ha realizzato il secondo film per sordi in serie A: “No Ordinary Hero: The SuperDeafy Movie” del 2013, con il regista sordo statunitense: Troy Kotsur. Il regista sordo è sposato con l’attrice sorda Deanne Bray, resa famosa dal telefilm poliziesco di un agente speciale: “Sue Thomas: F.B.Eye”, che in Italia era andata in onda su Rete 4.

Proprio ho scritto io, nel 2014, quest’articolo su LegaNerd!

Anche in Italia qualcosa si sono fatti, ma qui è un’altra storia!

Donio Nemico

Notizia