”L’altro lato della luna”, al via al festival di teatro integrato

0
526 Numero visite
PUBBLICITA

NEPI – Dall’8 al 14 luglio 2017 Nepi ospita il festival di teatro integrato ”L’altro lato della luna”. L’evento è organizzato dalla cooperativa sociale Gea con il patrocinio di Comune di Nepi, Pro loco di Nepi e Asl Viterbo e ha come location principale la Rocca dei Borgia.

PUBBLICITA

L’integrazione sociale delle persone con differenti abilità rappresenta la motivazione sulla base della quale nel 2014 la Cooperativa Sociale Gea, grazie a un personale qualificato con esperienza pluriennale nel settore della disabilità e dei laboratori teatrali, si è introdotta nel teatro integrato, uno spazio privilegiato che favorisce l’esternazione dei propri vissuti emotivi in un ambiente protetto e non giudicante, promuove le relazioni con il gruppo, l’uso e il rispetto dello spazio proprio e collettivo, permette il riconoscimento della propria capacità e potenzialità espressiva, favorisce l’acquisizione dell’autostima e del senso di sé, genera interesse e autonomia di scelta, favorisce l’integrazione.

Oltre a costituire una ”condizione” favorevole per sperimentare apprendimenti funzionali, comprendere meglio il mondo, imparare regole e generalizzare abilità apprese nel contesto specifico dell’intervento riabilitativo, l’integrazione sociale combatte il diffuso fenomeno del bullismo. Essere spettatori di una rappresentazione teatrale integrata potrebbe costituire il trampolino di lancio verso l’assunzione di un atteggiamento di comprensione, condivisione e sostegno nei confronti ”dell’altro diverso da noi”.

La serata inaugurale del festival rientra nell’ambito della Notte Rosa di Nepi. Sabato 8 luglio alle 18.30 in piazza del Comune si terrà ”Il tempo ritrovato”, spettacolo itinerante con artisti di strada a cura della compagnia Tetraedro, mentre dalle 21.30 alla Rocca dei Borgia esibizioni musicali dei ragazzi della Gea, proiezione di cortometraggi a cura della cooperativa sociale Gli Anni in Tasca – Asl Viterbo e concerto delle band Generazione Musica e No More.

Di particolare interesse l’appuntamento di domenica 9 luglio alla Rocca dei Borgia (ore 21.30) con ”Notre Dame de Paris” in Lis (Lingua italiana dei segni), una versione del musical completamente accessibile sia a un pubblico di sordi sia di udenti. Ideatrice e regista dello spettacolo è Laura Santarelli del Tg1 Rai Lis, direttrice della Scuola Interpreti Lis dell’Accademia Europea Sordi e presidente della stessa Accademia, figlia di genitori sordi.

Un doppio spettacolo: sul palco ci saranno attori e danzatori che, oltre a muoversi e a recitare, interpreteranno le parole delle canzoni nella Lis, mentre su schermo sarà trasmessa la versione dell’opera andata in scena all’Arena di Verona con i sottotitoli in italiano. Identici i costumi e i movimenti scenici, diverse le movenze degli attori. I cantanti nel film canteranno, mentre gli attori sul palco segneranno in Lis.

Lunedì 10 luglio (ore 21) spazio ad ”Antigone”, tratto da Sofocle, per la regia di figure molto affermate sul territorio come Paolo Manganiello e Chiara Palumbo; martedì 11 luglio ”Diversamente Circo” con regia di Davide Amendolia ed Elisa Luretti; mercoledì 12 luglio ”Metamorfosi” tratto da Ovidio, per la regia di Francesco Cerra; giovedì 13 ”Ultima fermata… chi c’è c’è”, ideato e diretto da Armando Alfonsi. Infine, venerdì 14 evento di chiusura presso il Centro P. Carletti in Via Tre Portoni, dal titolo ”Quando integrazione fa rima con musica”, stand gastronomici e cena conviviale. Una festa di colori, suoni e sapori che attraverso la stimolazione sensoriale ha voluto promuovere il lavoro sociale della cooperativa sociale Gea onlus a favore delle persone più fragili: disabili, minori e anziani. La festa prevede uno spazio dedicato ai giochi e all’animazione per bambini, ci saranno spettacoli di danza, e musica dal vivo. Durante la serata potranno essere degustati i prodotti tipici del territorio e e un’ottima cucina.

http://www.viterbonews24.it/

 

Notizia