Bologna. Scuola, welfare e CCNL delle cooperative sociali

Il 12 settembre, l’incontro nazionale intersindacale a Bologna

0
112 Numero visite

Una rete intersindacale nazionale di operatori sociali si riunirà a Bologna sabato 12 settembre.

L’incontro prevede tre tavoli di lavoro: scuola e internalizzazione del servizio educativo; welfare e ruolo dell’educatore; CCNL delle cooperative e altre forme contrattuali presenti nel settore.

Comunicato stampa 12 settembre incontro nazionale

I tavoli di lavoro saranno presenziati dal gruppo sindacale Cobas Asacom Scuola, co-organizzatore dell’evento, che negli ultimi anni ha dato vita a un confronto costante sul ruolo, sul futuro e sulle condizioni contrattuali degli operatori impiegati nelle scuole, nei servizi domiciliari e comunitari, partecipando attivamente alla costituzione di una vera e propria rete nazionale degli stessi.

“Per troppo tempo, i servizi scolastici ed extra scolastici di tipo educativo e intellettuale (assistenza alla comunicazione, assistenza all’autonomia e alla comunicazione, didattica integrativa domiciliare) e quelli relativi al trasporto e all’assistenza igienico personale sono stati  gestiti dagli enti locali, a loro volta finanziati dalle Regioni, per favorire l’inserimento scolastico e l’integrazione sociale dei giovani diversamente abili – spiega la pedagogista Rosa Elisabetta Sapuppo, coordinatrice Cobas Asacom Scuola -. Ci siamo rivolti agli enti locali sottolineando il fallimento dell’esternalizzazione di tali servizi che, con bandi al massimo ribasso, retribuzioni degli operatori ridotte al limite della povertà, mancanza di sicurezza, risultano incapaci di garantire sostegno e assistenza di qualità alle famiglie”.

Inoltre, a causa dell’emergenza Covid-19, le scuole e i centri per diversamente abili sono stati chiusi e, nonostante l’intervento legislativo del governo, dell’Anci e di alcune regioni, in molti territori bambini, ragazzi ed anziani sono stati lasciati soli, mentre gli educatori sono rimasti senza reddito o con ammortizzatori sociali scandalosi.

“Adesso chiediamo che queste figure professionali, fondamentali nel mondo della scuola, previste già dal DPR 616/1977 e dalla legge 104/1992, possano essere assunte direttamente dal Miur – conclude la Sapuppo – .  In questo modo, potremo garantire un servizio continuativo e di qualità ai nostri ragazzi”.

L’incontro nazionale avrà luogo sabato 12, a Bologna, in Via Pietralata 58, a partire dalle 9:30. Alle 13, la conferenza stampa.

ALESSANDRA MERCURIO
Addetto stampa

Cobas Asacom Scuola

Notizie via email