Bielorussia, sfila la modella disabile Angelina Wells e il defilè della CNA a Minsk diventa un caso mediatico

0
753 Numero visite

Un successo nazionale e, per la CNA di Pesaro e Urbino, internazionale.

Già perché l’ultima edizione di Moda Italia a Minsk, la sfilata giunta alla sua sesta edizione nella capitale bielorussa ed organizzata dall’associazione pesarese tenutasi l’altra sera alla Prime Hall, si è trasformata in un vero e proprio caso mediatico.

Angelina-Wells

Le tv ed i giornali nazionali (che da sempre danno ampio spazio alla manifestazione esportata nel suo format “pesarese” nella capitale di quel paese), questa volta hanno dedicato ancor più servizi e nei tg è diventato uno dei titoli di testa grazie ad momento della manifestazione che ha commosso tutti.

Già perché nell’ambito dell’iniziativa, la CNA ha organizzato uno spazio dedicato ai 70 anni di Unicef per i bambini. Moda Italia a Minsk, che ha avuto come ospite l’Ambasciatore Unicef in Bielorussia Rasheed Mustafa, ha fatto salire in passerella 18 bambini con problemi di disabilità degli orfanotrofi bielorussi che hanno sfilato in mezzo a bellissime modelle con i capi delle ditte italiane presenti a Minsk.

Ma il momento più toccante della serata è stato quando il segretario della CNA, Moreno Bordoni ed il presidente Alberto Barilari, hanno accompagnato sul palco Angelina Wells, la giovane modella disabile testimonial della serata per l’Unicef. Angelina, è diventata la star di una serata che non è stata solo moda e spettacolo, ma anche solidarietà ed inclusione.

“Sono i valori che da sempre esprimiamo in quello che facciamo ogni giorno – ha detto Moreno Bordoni – per noi questo non è solo un lavoro, ma una vera e propria mission. Promuovere le nostre aziende, i loro prodotti, il made in Italy ma soprattutto il valore che sta dietro ad ogni nostro imprenditore. Il senso di appartenenza ad una comunità, la voglia di fare bene per se e per gli altri. La solidarietà sta scritta nel dna dei nostri artigiani che questa volta, assieme alla CNA, non solo hanno donato parte dei loro capi ai bambini degli orfanostrofi, ma hanno fatto parte di un grande progetto di solidarietà”.

La sfilata si è tenuta nel grande teatro della Prime Hall di Minsk alla presenza delle massime autorità e di oltre 1.500 spettatori già prenotati. Ad aprire il defilé e a suggellare l’importanza dell’evento è stato il saluto dell’ambasciatore italiano in Bielorussia Stefano Bianchi. Con lui il primo consigliere commerciale dell’Ambasciata, Ugo Boni. Sulla passerella di Minsk hanno sfilato le calzature donna e le borse di Giovanni Fabiani; così come gli abiti uomo su misura di Sant’Andrea; gli abiti eleganti donna e uomo dell’Atelier Guarotti; i piumini donna e uomo di Waterville; le calzature uomo e donna di Andrea Morelli; così come la calzature giovani donna di Brunella i piumini eleganti di MDF; i costumi e lo swimming weare di Totty.

Novanta minuti di grande spettacolo e di grande sartoria caratterizzeranno questa versione da esportazione di Idee in Moda, organizzata da InterExpo Adriatica di Riccardo Rossetti e Roberto Antonioli.

La sfilata, l’evento clou della missione pesarese, si è svolta alla presenza di gran parte del corpo diplomatico presente a Minsk e dalle autorità bielorusse. Nella quattro giorni bielorussa, incontro con i buyers, vendita di prodotti e sviluppi commerciali garantiti anche dalla Commissione Mista Ita-By della quale fanno parte il sottosegretario degli Affari esteri Benedetto Della Vedova ed il vice primo ministro e il ministro degli esteri della Bielorussia.

Newsletter