Ancora violenza sulle donne

0
64 Numero visite

“I corpi senza vita di un uomo e una donna sono stati ritrovati dai carabinieri questa mattina in un elegante appartamento al primo piano di via Robert Capa 35, a Piossasco, in provincia di Torino .

L’allarme è stato dato alle 6 da una vicina della coppia che ha chiamato il 112 preoccupata dalle urla che provenivano dell’alloggio, mentre i carabinieri sono entrati in casa hanno trovato Andreas Trabuio Raae Pedersen, grafico danese di 39 anni, riverso sul pavimento in una pozza di sangue ed accanto a lui c’era la moglie Anna Sergeevina Marockina, 32enne architetto, di origine russa. I due cadaveri presentano ferite di arma da taglio procurate da un coltello recuperato dai carabinieri accanto ai due corpi.

Questa rinnovata notizia è stata pubblicata dal “ Corriere della Sera “ del 6 febbraio 2020, lasciano a chi di dovere la ulteriore cronaca .

A pochi giorni dall’8 marzo “Festa delle Donne” si rinnova un altro femmicidio.

Ormai sono troppi gli episodi di violenze di diverso genere sulle donne, ancor più gravi se compiuti su donne indifese, come avvenuto a Piossasco in provincia di Torino, lascia sempre più sgomenti, disgustati, quasi terrorizzati i cittadini. In una società violenta come tende divenire la nostra povera e bistrattata Italia, nella quale ci sentiamo stranieri in Patria, il rispetto della dignità della donne, soprattutto debole ed indifesa, rischia di eclissarsi .

Tutti siamo chiamati a tener viva la coscienza della grandezza, della dignità, del valore di ogni vita umana, perché si sviluppi la giustizia, la solidarietà, l’amore verso il prossimo per una migliore assistenza ai deboli, ai poveri ed agli “ultimi fra gli ultimi” urge l’intervento prioritario delle Istituzioni con altre “ protezioni” sulla condizione femminile 

In questa ottica rinnoviamo quanto richiesto nelle nostre Petizioni per una legge-quadro che garantisca  il riordino dell’assistenza e tuteli i diritti di tutti i membri della comunità civile, con rinnovati Provvedimento Legislativo condensato nel Testo Unificato condiviso dalla politica. Senza entrare nella dinamica del fatto specifico, siamo costretti a constatare e denunciare quella realtà .dove i suoi problemi “marciscono” nel silenzio e nel disinteresse.

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II°: “ Andiamo avanti con speranza “

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

Newsletter