Al Sinodo dei Vescovi

0
117 Numero visite

Mi è arrivata questa lettera che trascrivo integralmente firmata : osservatore attento e curioso!

“ I cattolici, credenti e praticanti, si attendono dal Sinodo dei Vescovi risposte chiare ed esaurienti, purché non siano difformi da quelle che i veri Pastori della Chiesa Cattolica hanno sempre predicato e sostenuto da diversi millenni “.

FIN QUI LA LETTERA

Si parla tanto e soprattutto  di famiglia.

La Famiglia per il Cattolico è una sola consacrata dal Sacramento indissolubile del Matrimonio, composta da genitori e figli, siano essi sani, o malati, intelligenti o portatori di menomazioni fisiche o psichiche ai quali per questi ultimi è doverosa maggiore cura, assistenza ed amore.

Adesso nelle coscienze, c’è un po’ di inquietudine e di confusione perché a seguire le diverse trasmissioni televisive o radiofoniche di intrattenimento, serpeggia la quasi certezza che la Chiesa Cattolica nella Sua misericordia e nella consapevolezza, che sono necessarie delle aperture come spesso dice il Papa, conceda ai divorziati risposati ( naturalmente col solo rito civile) di accedere al Sacramento dell’Eucarestia  

A questo punto, se ciò avvenisse il cattolico so chiede : come mai se per la Chiesa Cattolica il sesso al di fuori del matrimonio religioso è stato sempre condannato e ritenuto peccato mortale, può concedere la Comunione a chi si risposa rompendo un consenso sancito sull’Altare sfidando praticamente le leggi della Chiesa ?

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza !”

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.

 

Newsletter