L’associazione Nazionale Sordi onlus si rivolge direttamente al sindaco Sergio Abramo. Lo fa dopo l’Ente nazionale per “esprimere le proprie congratulazioni in merito alle iniziative che ha intrapreso nella sua campagna informativa di prevenzione al COVID-19 a mezzo comunicato televisivo. Ci preme sottolineare che tale campagna è l’unico mezzo utile per informare tempestivamente ed efficacemente tutta la cittadinanza. Nel comprendere che, dato il momento strettamente emergenziale, tale comunicazione non sia stata completamente ragionata per poter arrivare alla popolazione con disabilità uditiva, ci farebbe estremamente piacere che la stessa possa venire affiancata dalla sottotitolazione in modo da risultare maggiormente fruibile.

Il momento che stiamo vivendo è vissuto ancora, se possibile, in modo più drammatico dai disabili uditivi che, come lei ben comprende, si trovano, ancora una volta, tagliati fuori dalla comunicazione, in questo momento strategica e vitale. Vogliamo, con questo, permetterci di ricordarle che la sottotitolazione è l’unico mezzo a nostra disposizione per comprendere appieno le sue campagne informative e di facile utilizzo. In Calabria, secondo il censimento Istat, ci sono circa più di 25 mila persone affette con problemi uditivi in maggioranza anziani. Il 99% di queste persone sorde usano esclusivamente per i sottotitoli.

Noi tutti ci auguriamo, ovviamente, che non ce ne sia più bisogno ma ci permettiamo di sottolineare che, soprattutto in questo periodo emergenziale, quella parte della cittadinanza diversamente abile deve essere, anch’essa avvisata correttamente, anche semplicemente per non farla sentire sempre più sola“.

Newsletter