Privilegi e privilegiati!

0
447 Numero visite
Pubblicità

Gentile Signor Presidente del Consiglio dei Ministri del Governo del Cambiamento:

Pubblicità

le problematiche dell’economia e della vita Sociale Iitaliana si stanno ingarbugliando in questo nostro Paese, mentre imperversano “episodi”, fin troppo frequenti, che ci richiamano ad una realtà davvero aberrante, mostruosa, incomprensibile !

Infatti vediamo persone il cui scopo principale è quello di “riempirsi” di tutto, persone che pretendono” di essere legalizzate nel gesto possessivo, persone arraffanti che raschiano il fondo di una cassaforte ripulendola degli ultimi residui monetari, una sorta di persone, spesso, inimmaginabile, insomma una ridda di persone che si sono date alla violazione del Diritto Penale .E noi quali spettatori passivi ed inermi: quale speranza subentra in noi e rimane nell’osservare un accanito corporativismo nelle mai non perse difese degli interessi individuali in cui sembra smarrirsi il senso del bene comune ?

La situazione a n/s umile parere si divide :

1.) da una parte quella degli onesti cittadini, sottoposti a rinunce ed a sacrifici, pensando :

ai padri di famiglia costretti sempre più ad escogitare come far quadrare il bilancio familiare;

alle donne che subiscono stupri, molto ricorrenti, mostruose azioni che offendono la dignità della persona; violenza sui bambini, anziani, disabili; bullismo di moda ;

aggressività tra consanguinei dove spesso ci scappa il morto, episodi che spesso derivano da menti, non solo perverse, ma psichicamente instabili ;

ai giovani in cerca di occupazione che sperano nel “miracolo”;

alle Forze dell’Ordine ( Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza, Vigili del Fuoco, Protezione Civile e tanti servitori dell’Ente Pubblico), che in ogni momento rischiano la vita per la difesa dei cittadini ;

al contribuente, “beffato” con arroganza, non trova riscontri nei Servizi Sociali essenziali;

alle provvidenze economiche che vengono erogate agli invalidi, ciechi civili, sordi che sopravvivono con euro 285,66 di media al mese ;

ad una migliore Televisione Pubblica che non impartisca lezioni di violenze e di turpiloqui ;

ai cittadini entrati negli Ospedali da “sani” ne escono “minati” a causa di negligenze, di ipotetici risparmi ;

alle persone anziane che non potendo andare in “gabbie dorate”, per la mancanza di dignitose Case di Riposo,”soffrono” e consumano in solitudine i tempi della loro vita e della loro disperazione;

ai cittadini onesti che in tutti i settori della vita e del disagio umano sopportano sacrifici a causa di una carente Politica Sociale, insicurezza nelle case, alle numerose “morti bianche” che non si deformano da quelle per altre cause innaturali, alla dilagante corruzione; alla gente che “vive l’emergenza spazzatura”, ai Panfili, Barche, Barconi che sostano nei Porti Turistici e se pagano le tasse ;

ai circa 2.615.000 cittadini italiani con disabilità fisica, ai circa 10 milioni di cittadini italiani handicappati psichici (sofferenti dalla depressione alla schizofrenia grave) e alle loro famiglie, che da oltre 40 anni attendono Provvedimenti Legislativi di riordino dell’Assistenza Psichiatrica, alle 2000/3000 famiglie che “tengono” in casa  parenti in stato vegetativo.

Una priorità grave ed urgente che necessita di provvedimenti rapidi, mirati ed efficaci !

2.) dall’altra parte quella del “solito” manipolo d“rappresentanti del popolo” pensando :

ai rappresentanti che sono “difensori accaniti” dei loro diritti e dei tanti privilegi, senza contare i Manager dello Stato concentrati a ricercare gli errori del passato, ad esaltare le proprie “gesta”, a denunciare le responsabilità individuali e collettive degli altri per trovare una plausibile ragione al loro “essere”, al loro “avere” in nome di una giustizia, a volte ingiusta, diramando una illusione di “progresso” e di “cambiamento”;

alla situazione di “coloro” e dei “nuovi nominati” che hanno varcato per la prima volta i portoni dei “Palazzi” della Politica, “ricche miniere di ogni possibilità”. (ivi comprese le scandalose “buone uscite” fino ad euro 346.000  ed altri privilegi ! ce lo smentiscano coloro che hanno la responsabilità della res pubblica !) ;

a quanti stanno portando il Bel Paese ed i suoi abitanti ad un incognito futuro, seguendo le orme di quel Censore romano che, vista la floridezza riacquistata dai Cartaginesi dopo la seconda Guerra Punica, concludeva i suoi discorsi in Senato ripetendo “Carthago delenda est” ! ( Cartagine deve essere distrutta ! e così deve essere l’Italia !) ;

a coloro che a spese di “altri” che si godono le meritate ferie negli ameni posti, sulle barche, barchette, barconi nei Porti Turistici che se pagano le tasse come l’onesto cittadino ;

pensiamo a tante altre “cose” che non vogliamo elencare !

Con queste prospettive è un utopia la riforma dello Stato Sociale così prioritaria pressante ed urgente che rischia di apparire una “beffa legalizzata”, un “gabbare” il popolo, perché sarebbero sempre i “soliti ignoti a pagare”, i “soliti noti a beneficiare”. E’ incomprensibile, ingiustificabile, di infinita tristezza che malgrado manovre e manovrine, malgrado evidenti sperperi degli Enti Pubblici, si continui a chiedere sacrifici e rinunce ai cittadini deboli, a quelli indifesi, a quelli di medio-basso reddito, vittime non anonime di uno Stato famelico dalle enormi fauci, che lascia l’amaro in bocca nei soliti coloro e fiorire ingordigia nei neo nominati !

Occorre, ridare ai valori etico-sociali il loro primario significato, occorre ridare ai singoli individui: dignità, umanità, fiducia, giustizia, esigenze fondamentali della civiltà perché “i valori della vita non possono essere dipendenti dalle mode o dalla politica” ( come disse nella Udienza Generale il S. Padre in Piazza S. Pietro 17 ottobre 2007).

Gentile Signor Presidente Conte, grande è la n/s speranza, piccolo il n/s futuro !

Anche se riconosciamo che problemi che “pesano” sul Suo Governo sono urgenti ed innumerevoli, certamente non aneliamo in un miracolo, ma confidiamo, se non tutti, che buona parte di questi “problemi” possano essere risolti ed in primis la Riforma delle Assistenza Psichiatrica, che attende, ripeto, una soluzione concreta da ben 40 anni ! Una vergognosa situazione !

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° Andiamo avanti con speranza !

Con deferenti ossequi.

 

Previte

3 febbraio 2019

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto né gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti .

Notizia