La Famiglia baluardo della società e difesa dei disabili .Incontro in Irlanda di Papa Francesco. con il complesso familiare mondiale

0
692 Numero visite
Pubblicità

In Irlanda si celebra la “Giornata Mondiale della Famiglia” e Papa Francesco benedice le famiglie di tutto il mondo

Pubblicità

La celebrazione la lasciamo alla cronaca, ma vediamo il concetto Famiglia da un punto di vista della legittimazione.Come i tempi cercano di dettare, cancellare il matrimonio, distruggere la famiglia e legittimare “altre coppie”, questo sarebbe l’obiettivo di certe forze politiche e culturali con l’introduzione di “formule” nel n/s Ordinamento Giuridico .Per tutti, cristiani o non, la Famiglia è la composizione dell’uomo con la donna dalla quale si ingenerano i figli, matrimonio concepito all’art,29 dalla n/s Costituzione La Chiesa si è sempre opposta coraggiosamente alla “strategia devastante”, ma il popolo italiano, quello vero, vivificante incluso il mondo cattolico ignorando le sue ragioni che non dipendono dalla Fede, la considerano e la vivono con validità e per tutti, anche per gli atei, i figli delle coppie di fatto, a causa della rottura dell’unione subiscono disordini psicologici quali l’asocialità, la depressione, nevrosi, turbe psichiche od altro.La Famiglia è concepita come una società originaria le cui basi non derivano dallo Stato, ma si sono sviluppate attraverso un processo millenario, riconoscendo la parità giuridica e morale dei coniugi.

Soltanto con la riforma del Diritto di Famiglia nel 1975 è stato attuato il principio costituzionale, abolendo la supremazia del marito stabilendo che “ i coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare ( art.144 Codice Civile ) e poi con legge 1° dicembre 1970 n.898 è stato introdotto il divorzio.

Sono imperanti nell’etica moderna : etica morale e bene comune ?

Questi due principi, si trovano là dove sono difesi e tutelati i diritti della persona umana, specialmente quando sono inerenti i portatori di handicap, “soggetti” più deboli del genere umano . La famiglia è nel turbinio delle contraddizioni di questi nostri tempi, ma ricordiamolo sempre essa è il trampolino di lancio della capacità di relazione sociale, perché senza famiglia non c’è socializzazione. La crisi economica è grave, ma soprattutto quella morale, preoccupante perché si tenta di distruggere il fondamento della famiglia, cellula primaria della società.

In questa società che si dibatte in serie difficoltà economiche, morali, violenze in famiglia, negli stadi di calcio, problemi extra comunitari, disagio giovanile, droga, eutanasia, depressione, ecc. ecc. mali di cui soffre la nostra società, se si distrugge la famiglia, ma come si può riconquistare quei valori morali indispensabili che si tenta e si vuole abbattere anche in Italia, come avviene in alcuni Paesi ?Nei momenti difficili della vita non possiamo restare sul monte delle nostre congetture ed estraniarsi dal mondo, ma richiede il coraggio di prendere coscienza della nostra povertà interiore, del nostro egoismo e del n/s relativismo, bisogna difendere la vita affinché non si abbatte definitivamente ciò che resta della nostra società.

Questa deve essere la sintesi di un più moderno concetto di libertà, di azione, di proposizione, di convivenza civile che costituiscono il senso della vita, il rispetto della dignità umana e della libertà in questa civiltà dell’individualismo e dell’indifferenza che si tenta di instaurare da troppo tempo.” Il cristiano è un uomo spirituale, e questo non significa che sia una persona che vive “nelle nuvole”, fuori della realtà, (come se fosse un fantasma), no! ( 16 giugno 2013 Santa Messa sul Piazzale di San Pietro )Sì alla vita e no a idoli “. così Papa Francesco alla Messa nella “Giornata dell’Evangelium Vitae “, ricordando che Dio sempre ci perdona e questo è quanto ci aspettiamo da Papa Francesco in Irlanda .

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° : “Andiamo avanti con speranza”!

 

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire 

Notizia