Dodicenne disabile picchiata da un gruppo di bulle: la violenza in diretta Instagram

0
81 Numero visite

Una giovane disabile di dodici anni è stata picchiata da un gruppo di ragazze più grandi di lei in un parco pubblico di Roma nord.

Il tutto è stato filmato e trasmesso in una diretta su Instagram. I genitori della vittima, sconvolti da quanto accaduto, si sono rivolti al Centro nazionale contro il bullismo – Bulli Stop. Lunedì 26 aprile l’avvocato dell’associazione Eugenio Pini, presenterà una denuncia alla Procura dei minori per lesioni volontarie e stalking.

Una giovane disabile di dodici anni è stata picchiata da un gruppo di ragazze più grandi di lei in un parco pubblico di Roma nord. Il tutto è stato filmato e trasmesso in una diretta su Instagram. Secondo quanto ricostruito dal Messaggero, la drammatica vicenda si è consumata agli inizi di aprile, ma i motivi del pestaggio non sono ancora chiari. I genitori della vittima, sconvolti da quanto accaduto, si sono rivolti al Centro nazionale contro il bullismo – Bulli Stop. Lunedì 26 aprile l’associazione, tramite l’avvocato Eugenio Pini, presenterà una denuncia alla Procura dei minori per lesioni volontarie e stalking.

L’aggressione trasmessa in una diretta Instagram

Il video del pestaggio è stato trasmesso in una diretta Instagram e in pochi minuti ha fatto il giro del web. Nel filmato è visibile l’intera scena: la dodicenne viene spinta, colpita in volto da un pugno e strattonata per i capelli. Intorno a lei si forma un cerchio di ragazzini che riprendono con i propri telefonini l’aggressione. La violenza non è ancora finita perché la vittima, ormai a terra, viene raggiunta da altri colpi. La situazione si fa confusa e alla fine sembra che altri giovani intervengano per allontanare le bulle. La dodicenne, sfiancata dalle botte ricevute, rimane inerte sul prato. Ed è li che viene trovata dalla madre.

La denuncia al Centro contro il bullismo
A seguito dell’aggressione la giovane viene soccorsa dal genitore e portata al pronto soccorso. In ospedale vengono eseguiti una serie di esami. La piccola non ha subito lesioni tali da richiederne il ricovero ma viene comunque dimessa con 21 giorni di prognosi e un trauma cranico. Nei prossimi giorni dovrà sottoporsi ad altri accertamenti. Intanto i genitori decidono di denunciare e chiedono il supporto del Centro nazionale contro il bullismo – Bulli Stop. Si attende lunedì prossimo, quando l’avvocato dell’associazione, Eugenio Pini, presenterà una denuncia al Tribunale dei minori per il pestaggio subito dalla dodicenne disabile.

 

Newsletter