Bonus Covid disabili da 600 euro, pronta la graduatoria a Napoli: arrivate 17mila domande

0
189 Numero visite

Il Comune di Napoli ha inviato la graduatoria dei beneficiari del Bonus Covid19 Disabili alla Regione Campania. Arrivate 17mila domande. I contributi saranno pagati direttamente da Palazzo Santa Lucia, dopo le verifiche dei documenti, con bonifico sul conto corrente o tramite la rimessa postale.

È pronto l’elenco del Comune di Napoli dei beneficiari Bonus Covid19 disabili da 600 euro, finanziato dalla Regione Campania, destinato ai giovani con disabilità di età superiore ai 16 anni. A Palazzo San Giacomo sono arrivate 17mila domande e la graduatoria è stata già trasmessa alla Regione Campania, che provvederà nei prossimi giorni ad erogare direttamente il contributo una tantum, con bonifico sul conto corrente tramite l’Iban fornito nella domanda, oppure tramite la rimessa postale. Il bonus, che nasceva come contributo alle famiglie con bambini con disabilità, è stato esteso a tutte le persone che hanno una qualche disabilità, compresa la sindrome dello spettro autistico.

Cos’è il bonus disabili 60 euro della Regione Campania

Il bonus disabili è un contributo tantum che la Regione Campania ha destinato alle famiglie con figli che hanno disabilità per fronteggiare l’emergenza del Coronavirus. La Regione Campania, infatti, fornisce normalmente un sostegno economico alle famiglie con giovani con disabilità gravi con più di 16 anni per aiutarli nella frequenza scolastica (fino a 16 anni, invece, è il Comune che fornisce direttamente i servizi). Ma essendo chiuse le scuole, durante il periodo del lockdown, questo assegno è venuto a mancare. Si tratta di fondi, infatti, che sono legati alla frequenza e vengono utilizzati dalle famiglie per pagare l’assistenza specialistica (l’accompagnatore, l’assistente della lingua dei segni per i ragazzi sordomuti, l’assistente Vis per i ciechi) o per il trasporto scolastico, in base ai progetti specialistici che si fanno ogni anno con le scuole. Mentre fino alla scuola dell’obbligo è il Comune che assicura questi servizi, dopo i 16 anni la competenza passa alla Regione che fornisce un assegno alla famiglia che poi decide autonomamente come spenderlo. Per due mesi, però, queste risorse sono venute a mancare, anche se i ragazzi hanno avuto comunque bisogno dell’assistenza. Da qui, il bonus Covid della Regione Campania.

A Napoli 17mila arrivate domande

Il bonus disabili della Regione nasce, quindi, perché molte famiglie con bambini o ragazzi disabili non hanno ricevuto altre tipologie di bonus durante il lockdown del Covid. La Regione ha deciso così di mettere a disposizione di queste persone un contributo una tantum di 600 euro. Palazzo Santa Lucia ha ripartito i fondi tra i vari Comuni della Campania. Il Comune di Napoli ha ricevuto circa 17mila domande e ha preparato una graduatoria già validata e controllata. Sono stati raccolti i dati, ha fatto le verifiche tecniche, economiche e amministrative sugli Isee e sulle disabilità, ha controllato che quanto dichiarato nella domanda corrispondesse al vero. La graduatoria è stata realizzata secondo una serie di requisiti, come l’Isee inferiore, l’età, il grado di disabilità, la presenza o meno di più disabili o bambini in famiglia, le situazioni svantaggiate. L’elenco è stato già inviato alla Regione Campania che adesso effettuerà ulteriori controlli. Dopo l’approvazione, la Regione pagherà direttamente l’importo di 600 euro ai beneficiari sull’Iban fornito nella domanda o sulla rimessa postale. In quest’ultimo caso arriverà un bollettino a casa. Non è escluso che il Comune possa consentire alle famiglie eventuali integrazioni delle domande inviate nei prossimi giorni, per chi dovesse rimanere escluso dai pagamenti magari per qualche errore materiale nella domanda.

 

 

Newsletter