Da oggi possibili per i 12-17 anni, accompagnati da un genitore

PARIGI, 15 GIU – La Francia apre alle vaccinazioni degli adolescenti con l’obiettivo di potenziare al massimo l’immunità collettiva per far fronte al coronavirus e alla minaccia di nuove varianti come quella Delta. Da oggi sono dunque cominciate le vaccinazioni per la fascia d’età 12-17 anni, a condizione che siano volontari, che i genitori siano d’accordo e in presenza di uno di loro

Desideroso di ottenere un certificato sanitario europeo prima delle vacanze in famiglia in Italia, Salvatore, 17 anni, dice di avere fatto una “scelta da cittadino”, per proteggere gli altri, malgrado “qualche reticenza” della mamma circa la vaccinazione dei più giovani. Un’altra di loro, Lea, 14 anni, ha bigiato la scuola per andare a farsi vaccinare al Vélodrome, il grande stadio di Marsiglia trasformato in centro vaccinale, con l’obiettivo di “proteggere i componenti fragili della sua famiglia e poter andare ovunque questa estate”, racconta alla France Presse. La mamma, che attende al suo fianco, afferma che “non era veramente” a favore del vaccino ma si è lasciata convincere dicendosi che “altrimenti non ne usciremo mai”.
Tra gli adolescenti, la vaccinazione “è accettata molto bene”, spiega ai microfoni di radio RTL, il direttore generale della Salute, Jérome Salomon, aggiungendo che gli adolescenti sono una “forza di convinzione” anche per gli adulti.

All’apertura degli appuntamenti, ci sono state 62.000 iscrizioni degli under-18. “E’ una buonissima sorpresa, un’adesione piu’ forte del previsto”, dice il numero1 del sito Doctolib, Stanislas Niox-Chateau.

 

Notizie via email