Pubblicato: lunedì 15.5.2017 alle 16:35
92 Numero visite | Sei in Disabilità

Roma
Primo parco a feste inclusivo

A Roma la prima ludoteca accessibile ai bambini disabili

Condividi questo articolo
Segui Sordionline su

Pubblicato: lunedì 15. 5. 2017 alle 16:35
Categoria: Disabilità
92 Numero visite
Commenta: Nessun commento
Postato: webdesigner
Tag:, ,

Chi ha detto che i parchi a tema devono essere solo per bambini normodotati?

di Raffaele Nappi – 15.05.2017

Si chiama “Parkabile” ed è il primo parco a feste inclusivo di Roma. Il progetto è nato poco più di un anno fa con l’obiettivo di creare un sistema che includesse – nei momenti di festa e nei luoghi di incontro – piccoli diversamente abili e alle loro famiglie. Troppo spesso, infatti, i bimbi con disabilità e le loro famiglie sono escluse, prima nel gioco, e poi nella vita. “Il primo parco feste inclusivo è già attivo, in via Castel di Leva” – racconta Marco Cioccolini, Presidente dell’Associazione Rottanuova ONLUS che si occupa del progetto.

“Ma siamo pronti per aprire un altro spazio, questa volta coperto, per accogliere i ragazzi più fragili”. Per fare questo Marco si è appellato al web, con una raccolta fondi online.

“Grazie alla solidarietà delle persone acquisteremo nuovi giochi, li modificheremo secondo le esigenze dei giovani disabili, e saremo pronti ad accoglierne sempre di più”.

http://www.west-info.eu/

 

Partecipa alla discussione

Cosa ne pensi? Aggiungi un commento

Devi essere Accesso effettuato per postare un commento.

Calvenzano
Domenica 18 giugno 2017

Festa della Grigliata dell’Associazione Sordi Cremaschi

Presso il laghetto “Oasi Lago Spino” in località Calvenzano …

Roma
Riciclaggio, sequestrato ristorante

Sigilli a ristorante vip, 6 arresti

Rai Video Caffè Paulista
Unica rete televisiva in Italia

Buon Compleanno Carosello! 60 candeline per un mito

Ultimi commenti
Utenti registrati
Iscriviti

Gestore di Sordionline

- Sordionline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per persone sorde