Cervo punta sul turismo inclusivo con informazioni accessibili ai sordomuti

Il Comune partecipa al bando per reperire fondi destinati all’innovazione tecnologica dei servizi turistici

0
392 Numero visite

di Diego David – SanremoNews

Dare all’innovazione tecnologica un’impronta di turismo inclusivo, ma anche fornire alla persona con problemi di udito di poter accedere alle informazioni turistiche mediante l’ausilio della traduzione in LiS, ovvero la lingua dei segni. Tutto questo con un contatto diretto, realizzato con l’ausilio di una app, video chat e con un interprete in tempo reale.

Cervo crede nelle potenzialità del turismo inclusivo con informazioni accessibili ai sordomuti tanto che ha deciso di partecipare al bando Psr 2014/2022 che ha come scopo proprio quello di destinare risorse allo sviluppo dei servizi turistici relativi al turismo rurale a cominciare dall’investimento per l’innovazione tecnologica.

Tutto questo per migliorare l’organizzazione di tutti i servizi connessi alle esigenze delle imprese turistiche. Il progetto presentato per reperire le risorse necessarie destinate ad implementare i servizi turistici della cittadina è stato redatto con la partecipazione dell’Ens, ovvero l’Ente nazionale sordi. “Il bando  – fanno sapere dal Comune – è a graduatoria con procedura ‘stop and go’ e prevede l’individuazione si sottofasi di raccolta delle domande di sostegno con cadenza bimestrale”.

L’Ente comunale possiede tutte le caratteristiche richieste dal bando e per questa ragione ha presentato il progetto “Hub del turismo inclusivo”.

Con questa iniziativa si vuole permettere alle persone sorde e non di poter conoscere, in modo semplice, veloce e intuitivo, ciò che il territorio di Cervo può offrire per una “vacanza il più possibile accessibile”.

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹