LUCCA – Se da una parte, rispetto allo scorso anno c’è stata una ripresa di almeno il 20-30% – e comunque le strutture non raggiungono, salvo pochi casi, il 50 per cento delle prenotazioni – dall’altra gli albergatori sono stati costretti ad abbassare i prezzi del soggiorno.

Per le città d’arte come Lucca il turismo è ancora in affanno e continua il calo rispetto al 2019. Se da una parte, rispetto allo scorso anno c’è stata una ripresa di almeno il 20-30% – e comunque le strutture non raggiungono, salvo pochi casi, il 50 per cento delle prenotazioni – dall’altra gli albergatori sono stati costretti ad abbassare i prezzi del soggiorno.

 

Notizie via email