Turismo e disabilità: un tour per misurare l’accessibilità dei quartieri cittadini

0
173 Numero visite

Quaranta i cittadini e rappresentanti di associazioni che hanno partecipato all’iniziativa in programma sabato mattina e realizzata nell’ambito del progetto Itaca della Sds pisana

Il tour di sabato

Un percorso nei quattro quartieri storici della città per verificarne le caratteristiche di accessibilità, a cui hanno partecipato in quaranta tra cittadini disabili e rappresentanti di associazioni. Il tour, che si è tenuto questa mattina, sabato 23 marzo, è un’iniziativa nata nell’ambito del progetto di cooperazione europea ITACA (Itinerari Turistici Accessibili e Aperti), di cui la Società della Salute della Zona Pisana è l’ente capofila. Grazie al progetto è stata realizzata una mappa on-line, disponibile anche in una app, con gli itinerari turistici accessibili di Pisa e in cui sono riportate caratteristiche e informazioni su ben 100 strutture turistiche, culturali e ricettive cittadine.

Turismo e disabilità: online la mappatura di 100 strutture cittadine

Il percorso ha attraversato i siti di interesse turistico nei quartieri storici di Sant’Antonio, Santa Maria, San Francesco, San Martino a partire da Piazza Garibaldi ed è stato curato dall’associazione Guide turistiche di Pisa e dall’associazione Handy Superabile onlus. Presente anche un interprete Lis (Lingua dei Segni). Hanno partecipato al tour anche l’assessore alle Politiche sociali e presidente della Società della Salute della Zona Pisana, Gianna Gambaccini e l’assessore alla Disabilità, Rosanna Cardia. “E’ fondamentale il coinvolgimento di tutti – ha commentato l’assessore alle disabilità Rosanna Cardia- strutture ricettive e turistiche, ma anche associazioni e cittadini che in primis possono dare contributi importanti e utili a migliorare ancora di più la nostra città sul fronte del turismo accessibile”.

“Siamo molto contenti – ha affermato la Gambaccini – della grande partecipazione al tour. Uno degli obiettivi della nostra amministrazione è quello di favorire l’accoglienza delle persone disabili e delle fasce più deboli della popolazione che vogliono viaggiare. e che hanno il diritto di trovare una città rispettosa delle loro necessità e lo facciamo lavorando in sinergia con tutti gli assessorati”. Al termine del tour, ai partecipanti è stato distribuito un questionario di valutazione. Nelle prossime settimane saranno organizzati laboratori partecipativi di approfondimento.

https://www.pisatoday.it/

Newsletter