Tempo libero, L’arte si rivolge sempre più alle persone con disabilità

0
1.030 Numero visite

Con l’inverno ormai alle spalle cresce la voglia di viaggi e di giornate da vivere fuori casa, magari dedicandosi a visite culturali. Anche i luoghi sede di storia ed di arte si preparano ad accogliere i  visitatori, proponendo percorsi culturali, mostre e workshop interessanti, molti dei quali rivolti a anche alle persone con disabilità. In questa scheda ne segnaliamo alcuni.

a cura di Gloria Emili in collaborazione con Francesca Tulli

 

comune_di_roma_campidoglioPartiamo dalla Roma, dove i Musei Capitolini, in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e con l’organizzazione ed i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, propongono un programma diversificato per consentire a tutti i visitatori di conoscere i contenuti della mostra “Campidoglio. Mito, memoria, archeologia”. Il programma inizia oggi, giovedì 28 aprile per concludersi domenica 19 giugno. La mostra intende offrire al suo pubblico la possibilità di comprendere la trasformazione del tessuto urbano del Campidoglio partendo dall’opera Modern Rome. Campo vaccino di J. M. W. Turner insieme ad altre opere precedenti e contemporanee, tre plastici del Campidoglio e un ricco apparato scientifico-documentari.

Gli appuntamenti proposti comprendono: visite tattili per il pubblico con disabilità visive a cura dell’Associazione Museum Onlus (11 e 25 maggio, 8 giugno ore 16.30 – 18.30); visite per non udenti (7, 21 maggio e 11 giugno ore 16.30 – 18.30); laboratori creativi aperti a visitatori con e senza disabilità (28 aprile e 12 maggio ore 17.00 – 19.00) e la lezione-spettacolo con la partecipazione dell’attrice Antonietta Bello (30 aprile e 14 maggio ore 17.00 -19.00; 5 giugno ore 10.30 – 12.30).

Per quanto concerne gli appuntamenti dedicati alle persone con disabilità visiva, segnaliamo che è prevista l’esplorazioni tattile di plastici, rilievi, planimetrie e sculture presenti in mostra, con uso di guanti e sussidi didattici appositamente realizzati.

I temi della mostra sono proposti ai visitatori non udenti, con l’accompagnamento di un interprete della LIS – Lingua Italiana dei Segni.

Il laboratorio creativo, dal titolo “fuoco! fuoco!…per giove!”, propone invece la visita nella sezione dedicata all’antica decorazione del Tempio di Giove in terracotta dipinta. Successivamente, i visitatori saranno assistiti nella creazione di alcuni piccoli oggetti modellati in argilla policroma presso l’aula didattica dei Musei Capitolini, imparando i segreti dell’antica tecnica della modellazione. Il 19 maggio, dopo la cottura, i manufatti possono essere dipinti presso le aule dell’Accademia di Belle Arti, a Testaccio (ex-Mattatoio) e il 26 maggio, ai Musei Capitolini, saranno consegnati i manufatti realizzati per suggellare un incontro speciale con l’arte.

La visita guidata con spettacolo intende invece avvicinare in modo interattivo i visitatori del museo, alla storia ed all’arte antica. Dopo la visita guidata alla mostra, a cura di Zétema Progetto Cultura, Antonietta Bello, affermata attrice e per l’occasione anche autrice, accompagnerà i visitatori fra rocchi di antiche colonne, terracotte, fotografie e divertenti aneddoti, per scoprire con loro quanto la storia recente abbia trasformato il colle più famoso di Roma e del mondo.

Le visite sono gratuite, e per il biglietto è prevista la normale tariffazione, ad eccezione delle agevolazioni sull’ingresso previste a favore di persone con disabilità e loro accompagnatore

Per tutte le attività prenotazione obbligatoria al numero 060608. Informazioni tel.060608; www.museicapitolini.org

Spostandoci a nord dell’Italia, precisamente a Trento segnaliamo il workshopSguardi diversipromosso dal Museo Diocesano Tridentino. L’iniziativa si affianca alla mostra di arte contemporanea Maternage – Tracce di un viaggio” di Laura Morelli, esposizione dedicata a far conoscere al pubblico il vissuto quotidiano di genitori e fratelli di bambini con disabilità.

Sabato 30 Aprile, alle ore 15.00 conSguardi diversi”,  si intende affrontare con gli adulti le tematiche della diversità e della disabilità attraverso la visione di alcune opere d’arte particolarmente significative. L’evento é a cura di Elisa Rossoni, educatrice e pedagogista di l’Abilità Onlus; è aperto a tutti gli uditori interessati,  ma soprattutto è rivolto a educatori, insegnanti e operatori sociali.

Il workshop prevede inoltre, a partire dalle ore 17.00e un laboratorio per bambini dal titolo “Il pagliaccio ferito“. Obiettivo aiutare i genitori a trattare con i propri figli la disabilità di altri bambini. Anche in questo laboratorio rivolto ai piccoli si parte dalla visione di un’opera d’arte.

Il workshop è gratuito ma si consiglia la prenotazione (telefono: 0461.234419). Per saperne di più:  http://www.museodiocesanotridentino.it/mediacenter/FE/articoli/sguardi-diversi.html

 

http://www.superabile.it/

Notizie via email