PUBBLICITA

Vivere il mare senza barriere è il sogno di molti di noi. Perché il mare, che con la bellezza e la ricchezza dei suoi fondali rende unica la nostra Isola, per sua stessa natura non presenta limiti alla fruizione dell’uomo. Eppure, in Sicilia, lo sappiamo bene, non è proprio così. Soprattutto se pensiamo alle cosiddette “categorie fragili”, alle persone anziane o con disabilità. Nel loro caso, infatti, accedere liberamente a una spiaggia o a un’imbarcazione diventa un’impresa ardua, se non addirittura impossibile.

PUBBLICITA

Finalmente, lo scorso dicembre, la Fondazione Entain ha deciso di premiare e di finanziare il progetto “Un mare di opportunità” dell’associazione L.I.F.E., unica associazione selezionata in Sicilia, per l’innovatività delle attività realizzate.

La Fondazione Entain, che dal 2019 coordina e sostiene le attività di CSR del Gruppo Entain in tutto il mondo, supporta progetti di diversi Paesi, soprattutto legati allo sport. Il premio, infatti, nasce per sostenere le realtà del terzo settore e le cooperative sociali impegnate quotidianamente in Italia nello sviluppo di progetti di inclusione sociale, in particolare attraverso la pratica sportiva.

Nell’edizione 2022, sono stati premiati 10 progetti, tra cui proprio “Un mare di opportunità”.

“Il progetto nasce dal desiderio di abbattere le barriere architettoniche, mentali e sociali che riguardano la disabilità valorizzando il potere ricreativo, educativo ed inclusivo del mare che, più di ogni altro elemento naturale, consente di rendere tutti uguali – spiega la dott.ssa Manuela Farruggio, responsabile dell’area progettazione della L.I.F.E. – . Da ben 23 anni, la nostra associazione ha sempre svolto attività legate al mare: organizzazione di campionati di nuoto, record mondiale di immersione per soggetto paraplegico e per non vedente, realizzazione del primo percorso tattile di archeologia subacquea in Italia, diversi programmi di riabilitazione in acqua, promozione di corsi di subacquea anche per persone con disabilità… Adesso, attraverso questo progetto, desideriamo dar vita a un’imbarcazione accessibile a 360 gradi che, a differenza di altre imbarcazioni già realizzate nel nostro territorio, sia effettivamente attrezzata anche per disabilità fisiche, non solo per quelle sensoriali”.

Un mare di opportunità è un progetto pensato anche per i minori, per favorirne l’inclusione e l’uso sano del tempo libero – conclude Martino Florio, presidente dell’associazione L.I.F.E. – . Mi sento orgoglioso e soddisfatto per il lavoro prodotto e ringrazio la Fondazione Entain per aver creduto nel nostro progetto. Attraverso il recupero e la ristrutturazione di una imbarcazione, daremo vita a un’innovativa accademia, che sarà resa accessibile per tutti e che consentirà la realizzazione di diverse attività legate al mare: escursioni, pesca, subacquea e tanto altro”.

Una barca accessibile per tutti premiato il progetto dell’associazione Life

Alessandra Mercurio Addetto stampa
Associazione L.I.F.E.

 

 

 

Notizia