Al centro della riunione il progetto “Laboratorio permanente di matematica” che è stato illustrato dal coordinatore Domenico Costa.

Si tratta di una attività didattica che utilizza prevalentemente il Geopiano e la Guida cartacea

Incontro al Comune di Vibo Valentia tra il sindaco Maria Limardo e una delegazione dell’Ente nazionale sordi provinciale, composta da: Silvestro Grillo (presidente), Enzo Murfuni (collaboratore), Chiara Grillo (interprete LiS).

Al centro della riunione il progetto “Laboratorio permanente di matematica” che è stato illustrato dal coordinatore del progetto Domenico Costa.  «Si tratta – ha spiegato quest’ultimo – di una attività didattica che utilizza prevalentemente il Geopiano e la Guida cartacea, al fine di presentare molti argomenti della disciplina attraverso un percorso pratico che vede l’alunno autentico protagonista. Infatti  – ha aggiunto Costa – è l’alunno che utilizza il sussidio a scandire i tempi e le modalità operative che consentono di volta in volta di raggiungere i risultati previsti.

È un approccio che non obbliga lo studente a imparare a memoria un elevato numero di regole e formule, ma consente di scoprirle attraverso percorsi pratici molto semplici, gestiti interamente in modo autonomo».

Il laboratorio diventerà presto a regime e sarà una risorsa didattica a disposizione del territorio: tutti gli alunni, infatti, lo possono visitare e utilizzare, nei tempi e nei modi da concordare, accompagnati dai docenti di sostegno e dai docenti curricolari.

L’idea, naturalmente, è stata molto apprezzata da parte del primo cittadino del capoluogo che ha speso parole di elogio nei confronti dell’Ens vibonese, garantendo la vicinanza del Comune per altre iniziative a carattere sociale

 

Notizie via email