Una madre sorda in Inghilterra che ha disegnato le proprie maschere per il viso con una copertura trasparente per la bocca si è trovata inondata dalle richieste di acquisto del suo prodotto.

La mamma di Manchester Justine Bate, 42 anni, originariamente ha creato delle maschere per rendere possibile la lettura delle labbra per se stessa e sua figlia, Teona, 10 anni, anch’essa sorda. Da quando ha progettato i rivestimenti chiari ma colorati – una necessità in molti luoghi in tutto il mondo durante la pandemia di coronavirus – ha ricevuto centinaia di ordini per le sue creazioni fatte in casa. Solo mercoledì ha venduto 42 maschere.

Anche suo marito, Carl Bate, 50 anni, ne indossa uno e può verificare che la risposta è stata enorme.

Un assortimento di maschere colorate realizzate dalla famiglia Bate.Carl Bate / SWNS

“Non possiamo realizzarli abbastanza rapidamente per ciò di cui le persone hanno bisogno”, afferma Carl a SWNS, aggiungendo che hanno condiviso le maschere sui social media, aumentando ulteriormente la loro visibilità. “La quantità di persone che sono venute da lei e hanno chiesto queste maschere è abbastanza travolgente.”

Justine, una graphic designer sorda sin dalla nascita, crea le maschere usando una macchina da cucire a casa, con l’aiuto di Carl. I disegni finali sono stati realizzati dopo circa quattro giorni di sperimentazione, tra cui la ricerca del giusto spessore di plastica per poter essere cucita sul tessuto. Una plastica troppo spessa potrebbe anche oscurare le labbra con sfocatura.

Significava anche molto dare e avere per la coppia, che ha avuto alcuni disaccordi creativi sulla produzione, che stanno ancora cercando di migliorare.

“Non è stato facile”, afferma Carl. “Ho avuto i miei modi per farlo e lei ha ottenuto la sua strada, ma la sua strada era il modo migliore”

Justine vende le maschere – composte da uno scudo trasparente, una cornice di stoffa e bande elastiche per fissarle intorno alle orecchie di chi le indossa – per circa $ 7,39 (£ 5,99 UK). Ma gestire un’azienda non era l’obiettivo, dice suo marito.

“Non aveva a che fare con il fare soldi”, afferma Carl. “Ha avuto a che fare con qualcosa per nostra figlia per averle semplificato la vita.”

Le persone con problemi di udito non sono le uniche a poter beneficiare di questo tipo di prodotto, afferma Carl.

“Stiamo prendendo molte persone dalle case di cura – persone che hanno la demenza e bambini che hanno determinati tipi di autismo in cui hanno davvero paura delle persone con questa maschera intera”, spiega. “È più facile, in quanto non si spaventano.”

E mentre le maschere “non sono di qualità DPI, in quanto non esiste alcun filtro”, aggiunge, “anche le persone delle case di cura hanno affermato di non essere disturbate a causa della capacità di comunicare con le persone disabili in modo più semplice.

“Sembrano un po ‘diversi ma è importante l’interesse del paziente”, continua. “Puoi sembrare stupido ma finché il tuo paziente si sente calmo, è un vantaggio per quella persona.”

Le maschere per il viso possono essere un grosso problema per coloro che sono sordi o con problemi di udito, quindi anche altri stati hanno intrapreso uno sforzo per aiutare coloro che si affidano alla lettura delle labbra per comunicare.

“Sta scatenando lo stress, l’ansia, l’aggravamento, la frustrazione e la paura perché ora stanno entrando in situazioni che gestivano bene e ora le loro strategie di comunicazione non funzionano”, Carolyn Stern, vicedirettore di sensibilizzazione e iniziative strategiche per il Centro per Udito e comunicazione, hanno riferito a The Post della necessità di maschere speciali. “Non hanno più il controllo e vengono tagliati”.

Carl, nel frattempo, dice che sua moglie è felice di dare il proprio contributo al bene superiore.

“È abbastanza travolgente ma lei lo adora”, afferma Carl. “La comunità dei non udenti può essere un posto difficile per socializzare. Riunisce molte persone non udenti.

“Adora il fatto di aiutare gli altri a migliorare la qualità della vita in questa situazione”, afferma.

 

Newsletter