Le ragazze del Calcio a 5 sorde da Castelnovo ne’ Monti verso i Campionati Europei

È stato un raduno non solo tecnico, importante anche per fare gruppo

0
123 Numero visite
PUBBLICITA

La Nazionale Sorde di Calcio a 5 nutre un grande desiderio di far bene ai prossimi Campionati Europei e lo stage vissuto al Centro Federale FSSI di Castelnovo ne’ Monti, oltre a tanta dedizione delle atlete per conoscere ed assimilare i nuovi schemi di gioco di Mister Mario Lovo, ha evidenziato una squadra affiatata ed unita. A rinforzare la mentalità di gruppo durante il raduno hanno certamente contribuito anche vari momenti vissuti dalle ragazze al di fuori del palazzetto: in albergo, in escursione, in visita alla latteria sociale

PUBBLICITA

L’aria di Castelnovo ne’ Monti, è risaputo, fa bene alla mente di chi vi sale e vi soggiorna per preparare eventi o campionati. Per le azzurrine del Calcio a 5 le sedute di allenamento al Palazzetto “L.Giovanelli” si sono arricchite di una emozionante passeggiata al Santuario ed alla sommità della Pietra di Bismantova in compagnia della guida ambientale ed escursionistica Linda Costi e di una full immersion nel mondo del Parmigiano Reggiano, grazie alla squisita ospitalità dello staff del caseificio Casale di Bismantova. Di grande importanza, così come in ogni raduno di atleti sordi, sono risultate essere le visite audiometriche svolte presso gli ambulatori del reparto di audiologia dell’Ospedale Sant’Anna.

All’ottima impiantistica sportiva del paese, alla natura che lo circonda, alle eccellenze turistiche ed agroalimentari del territorio ed alla grande ospitalità come sempre riservata alle squadre, nel caso della Federazione Sport Sordi, si unisce anche la competenza e professionalità del presidio ospedaliero, specializzato proprio in ambito di oto-chirurgia ed Otorinolaringoiatria. Un insieme di opportunità e servizi, questi, che rendono Castelnovo ne’ Monti un luogo unico in Italia per la preparazione di atleti sordi.

Le azzurrine a Castelnovo ne’ Monti si sono allenate agli ordini dei tecnici Mario Lovo di Padova e di Roberto Lunardon di Vicenza e sono giunte in Appennino Reggiano dalle province di Messina, Bergamo, Verona, Roma, Firenze, Milano, Forlì, Ravenna, Perugia, Chieti, Urbino e Modena. Il progetto del Centro Federale dello sport dei sordi di Castelnovo ne’ Monti è sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e da Sport Valley di APT Servizi Emilia-Romagna.

 

Notizia