Pallavolo sordi: Marco Scorpecci vola in Nazionale

0
52 Numero visite

Ci sono notizie che fanno “rumore”,  che ci aiutano a capire che proprio dove pensiamo esserci silenzio esiste in realtà un mondo meraviglioso, fatto di suoni e immagini perfetti, costruiti giorno dopo giorno con nobile sacrificio e volontà: è il mondo di chi ha scelto di credere nella propria forza per raggiungere obiettivi importanti.

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di un atleta, un ragazzo che possiamo con assoluta certezza definire il nostro campione di sport, ma soprattutto di vita.

La Federazione Sport Sordi d’Italia (FSSI) convoca Marco Scorpecci per volare agli Mondiali.

Per il palleggiatore marchigiano il sogno azzurro diventa dunque realtà, con Montegiorgio Volley e tutta la società M&G Scuola Pallavolo che non possono che esserne orgogliosi.

 

Marco nasce a Corridonia il 17 Maggio 1985  da mamma Marta e papà Luciano.

“Sono nato udente al 100%, ma a soli 5 anni un’influenza cambia il corso della mia vita lasciandomi una sordità importante. Da subito ho messo le protesi e fortunatamente sono riuscito ad acquisire un buon linguaggio”. 

Si racconta con grande disponibilità Marco, un diploma come perito elettrotecnico ed oggi dipendente in una ditta manifatturiera dell’entroterra marchigiano.

Una lunga carriera sportiva la sua, iniziata a soli 7 anni nella pallavolo Corridonia, dove cresce sino al under 14. Dai 13 ai 20 anni ha quindi l’opportunità di crescere nella Lube Volley dove conquista le prime importanti vittorie nei vari campionati giovanili. Seguono poi campionati di serie D, serie C e serie B, una continua escalation fin quando nel 2012 un infortunio alla spalla interrompe anzitempo la sua stagione di serie B con la neo promossa Civitanova.

http://incodaalgruppo.gazzetta.it/

Newsletter