PUBBLICITA

Sempre più inclusiva.

Verona apre le porte alle persone con disabilità con agevolazioni per accedere ai musei, monumenti, teatri comunali, impianti sportivi e piscine.

PUBBLICITA

Servizi a cui i beneficiari potranno accedere grazie ad un’unica tessera europea, la Disability Card, che consentirà di sostituire tutti i certificati e i verbali che attestano la condizione di invalidità e di accedere a beni e servizi pubblici e privati gratuitamente o a tariffe agevolate. La misura è frutto della convenzione siglata oggi tra l’amministrazione comunale e la presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità. Che, in concreto, fa sì che a Verona le persone con disabilità o fragilità accertate e accompagnatori entrino gratis in Arena, alla Casa di Giulietta, al Museo di Castelvecchio, a quello degli Affreschi, così come al Museo di Storia Naturale, alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, al Museo Lapidario Maffeiano e al Museo Archeologico al Teatro Romano.

Non solo, perchè mostrando la card verranno aperte gratuitamente anche le porte del teatro Camploy (ingresso ridotto per l’accompagnatore) e delle piscine comunali, mentre agli impianti sportivi si entrerà con biglietto a costo ridotto. La card garantisce inoltre il ‘salta fila’ per l’accesso a tutti i servizi agevolati e a quelli a contatto con il pubblico.

La card è rilasciata dall’Inps su apposita domanda che l’interessato presenta nella sezione dedicata sul sito istituzionale dello stesso Istituto. L’importante novità è stata presentata oggi in municipio dal sindaco insieme alla Ministra per la Disabilità Erika Stefani. Presente l’assessore ai Servizi sociali, la vice presidente della Commissione sociale, il direttore INPS Verona Giovanni Martignoni e il direttore Servizi sanitari Ulss 9 Scaligera Raffaele Grottola.

 

Notizia