Sardegna, bene al testo di legge sulla lingua dei segni

0
330 Numero visite

“Una norma in sintonia con le attività poste in essere dall’assessorato”

Così l’assessore alla Sanità, Mario Nieddu, ha commentato in commissione Lavoro il testo unificato delle proposte di legge n. 249 (Desiré Manca – M5S e più), n. 250 (Giagoni – Lega e più) e n. 252 (Moriconi – Pd e più) che introduce “Disposizioni per la promozione della lingua dei segni
italiana (Lis) e della lingua dei segni italiana tattile (List).

Il provvedimento, composto da 11 articoli, ha ricevuto il via libera unanime dell’assemblea e sarà trasmesso alla commissione Bilancio, dopo la relazione tecnico finanziaria.

Si ipotizza uno stanziamento di un milione di euro per l’annualità in corso e due milioni per il 2023 e 2024. In particolare, il responsabile della Salute dell’esecutivo regionale, si è concentrato sull’articolo 4 (interventi in ambito socio sanitario) rimarcando la necessità di opportuni stanziamenti per rendere efficace l’istituzione delle equipe multidisciplinari nelle aziende sanitarie locali.

-Foto agenziafotogramma.it-

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹