L’INPS sostiene disabili ed invalidi: scopri se puoi godere del bonus

0
160 Numero visite
PUBBLICITA

di Claudia Brignone

PUBBLICITA

In arrivo un nuovo sostegno per invalidi e disabili. Questa volta l’INPS erogherà bonus di 150 euro una tantum. Il provvedimento è stato inserito dal Governo nel dl Aiuti-ter

Finalmente una buona notizia anche per questa categoria di italiani, il Governo ha intenzione di erogare un sostegno per le persone più fragili che hanno avuto un reddito annuo inferiore a €20mila nel 2021.

A chi spetta il bonus da 150 euro

Da diversi mesi lo Stato sta cercando tutti i modi per aiutare le famiglie più in difficoltà, fornendo aiuti e sostegni economici che vanno dai trasporti ai premi per i lavoratori, dai bonus asili nido a quelli per riscaldare casa senza l’utilizzo del gas, il cui prezzo è arrivato alle stelle.

Il bonus da 150 euro erogato dall’INPS, inserito dal Governo nel dl Aiuti-ter, è dedicato a tutte le persone affette da disabilità o da invalidità ma possono accedere a questo sostegno solo le persone che nel 2021 hanno guadagnato a meno di 20.000mila euro.

Si stima che a beneficiarne saranno circa 22 milioni di cittadini e, grazie a questo aiuto, tantissime famiglie potranno alleggerire le conseguenze degli aumenti dei prezzi dei beni di prima necessità e delle utenze di luce e gas.

Il bonus verrà erogato a partire dal 1° Ottobre per tutte le persone che hanno accesso da una pensione di invalidità così come ciechi o sordomuti. Riceveranno una tantum anche i percettori dell’indennità di accompagnamento.

Nonostante si tratti dell’ennesimo sostegno del Governo, nei confronti delle categorie di persone più fragili come disoccupati, pensionati ed invalidi, la somma prevista come unica soluzione non riuscirà da sola a garantire un effettivo miglioramento della condizione di vita delle persone. I costi sostenuti da queste famiglie infatti risultano comunque ben maggiori degli aiuti ricevuti dai governi.

Come ottenere il bonus

Le persone che hanno diritto ad ottenere questo sostegno e godono già di ammortizzatori sociali come il Reddito di Cittadinanza, la Naspi o il  DIS-COLL non dovranno nemmeno preoccuparsi di fare domanda in quanto la somma verrà accreditata direttamente sul conto corrente.

Per quanto riguarda i disabili ed invalidi che lavorano, si dovrà presentare una dichiarazione al datore di lavoro in cui si comunica il diritto di accedere al beneficio, ma sempre e solo se reddito del 2021 risulta essere inferiore ai €20000.

Una volta portata la documentazione al datore di lavoro, sarà lui ad occuparsi di anticipare la somma al dipendente. Per tutti gli altri lavoratori invece non ci sono ancora molte informazioni su come accedere al bonus, quindi si dovrà rimanere in attesa di nuove specifiche da parte del Governo.

 

Notizia