Varese, la Fondazione Piatti in aiuto alle disabilità. Con una cena gourmet online

0
12 Numero visite

VARESE – Si chiamerà Piatti di luce e potrà regalare una serata in stile natalizio per sostenere le persone con disabilità e autismo, aiutate appunto dalla Fondazione Renato Piatti. La Onlus, in collaborazione con Anffas Varese ha deciso di preparare una cena gourmet online per raccogliere fondi e assicurare una migliore qualità di vita alle persone con disturbi del neurosviluppo.

Una cena tutti insieme, a distanza

Giovedì 17 dicembre Fondazione Renato Piatti e Anffas Varese danno appuntamento a “Piatti di Luce”. Una cena gourmet in vasetti di vetro preparata dagli chef Matteo Pisciotta e Andrea Piantanida del Ristorante Luce consegnata direttamente a casa e un evento online per una serata solidale in stile natalizio.  L’obiettivo è aiutare a garantire la migliore qualità di vita alle persone con autismo e disabilità di cui la Fondazione si prende cura.

La formula studiata per l’evento è innovativa poiché si potrà ordinare la cena gourmet scegliendo tra tre menu, studiati dagli chef  di Villa Panza e riceverla con consegna a domicilio. La stessa sera, collegandosi on line, si potrà “cenare tutti insieme” prendendo parte all’evento solidale. Un gesto importante per regalarsi e regalare una serata in stile natalizio e contribuire a sostenere le attività di Fondazione Piatti e Anffas Varese a favore delle tante persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo di cui si prendono cura da molti anni.

Aperta a tutti

«La nostra consueta cena di Natale non potrà essere in presenza quest’anno ma non ci siamo arresi e abbiamo pensato a una formula che ci permetterà ugualmente di stare tutti insieme, seppur non vicini, e contribuire a garantire la miglior qualità di vita ai nostri ospiti con autismo e disabilità», spiega Cesarina del Vecchio, presidente della Fondazione Renato Piatti onlus. «Le nostre abitazioni private -continua – diventeranno la location dell’evento “Piatti di Luce” e la serata è davvero aperta a tutti perché non abbiamo più vincoli di capienza della sala o distanziamento. Avremo, però, l’opportunità di sostenere in modo concreto le attività della Fondazione chiamata ad affrontare questo anno così complicato soprattutto per i nostri ospiti e i loro familiari».

«È davvero un piacere per noi partecipare all’iniziativa Piatti di Luce», affermano gli chef Pisciotta Piantanida. «Un progetto che abbina la nostra cucina a un vero gesto d’amore, regalando un momento gustoso e conviviale ma anche un impegno concreto e solidale a favore di Fondazione Piatti per essere accanto alle persone con disabilità e autismo».

Come partecipare

La cena si potrà ordinare online sul sito della Fondazione Piatti e si riceveranno poi tutte le informazioni per collegarsi all’evento giovedì 17 dicembre. Gli chef Matteo Pisciotta e Andrea Piantanida propongono tre diversi menù: vegetariano, di carne e di pesce??? composti da tre portate. Grazie a una particolare tecnica di lavorazione, i vasetti di vetro chiusi ermeticamente custodiscono piatti di alta cucina che possono essere conservati in frigorifero 15 giorni senza subire alcuna alterazione chimica e organolettica. Le pietanze verranno consegnate direttamente a casa e per preparare la cena basterà riscaldare i vasetti per pochi minuti.

Le consegne avverranno in tutto il comune di Varese e nei comuni limitrofi fino ad un raggio di 15 chilometri. Chi abita fuori Varese oltre i 15 km potrà aderire con la formula della cena sospesa. Parteciperà al momento conviviale e la cena verrà consegnata a una persona cara che vive in città, regalando un’esperienza culinaria di altissimo livello e dando la possibilità di partecipare a un’iniziativa sociale di grande valore. In alternativa potrà essere offerta in dono a uno degli ospiti dei Centri Residenziali di Fondazione Piatti.

 

Newsletter