Poste, educazione digitale nella lingua dei segni

Il progetto ha l’obiettivo di contribuire al miglioramento delle competenze di tutti i cittadini

0
164 Numero visite
PUBBLICITA

Poste Italiane prosegue con i webinar di Educazione Digitale completamente gratuiti, dedicati a favorire la consapevolezza e le conoscenze di tutti i cittadini su tematiche di grande attualità, quali la “rivoluzione” tecnologica e digitale. L’Azienda ha deciso di implementare i propri servizi e, in occasione dell’appuntamento di mercoledì 18 maggio 2022, alle 15.30, ha inserito, per incontrare le esigenze di tutti i cittadini, il supporto LIS (lingua dei segni).

PUBBLICITA

Durante la sessione della durata di un’ora circa, il relatore, affiancato da un interprete della lingua dei segni, utilizzando un linguaggio chiaro e facilmente comprensibile, metterà a disposizione dei partecipanti le proprie conoscenze per permettere di sfruttare le opportunità offerte dall’evoluzione tecnologica e digitale come rimanere in contatto con parenti e amici anche lontani attraverso chat e videochiamate, gestire il proprio denaro direttamente dal palmo della mano attraverso il proprio smartphone, acquistare prodotti in ogni angolo del mondo e riceverli dove e quando si vuole oppure scoprire come alcuni oggetti di uso quotidiano siano in grado di assolvere funzioni diverse e di comunicare tra loro. Verranno inoltre forniti spunti utili sul tema della sicurezza.

L’esperienza in digitale avviene già dalla fase di iscrizione al webinar, possibile anche tramite QRCode. I partecipanti al termine della sessione avranno a disposizione un questionario volontario e anonimo attraverso il quale potranno descrivere il loro rapporto col mondo tecnologico e digitale e indicare quali argomenti desiderano approfondire in successivi incontri tematici.

Per conoscere le modalità di partecipazione e/o prenotarsi all’iniziativa sarà possibile rivolgersi agli Uffici Postali delle ex province di Udine, Pordenone, Gorizia e Trieste.

Anche durante questo periodo, in cui il distanziamento interpersonale è diventata la nuova regola sociale, Poste Italiane non ha voluto rinunciare alle proprie iniziative didattiche, adattandole ad un nuovo e più attuale contesto, ancora più diretto e facilmente fruibile.

Il progetto è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio, si muove nel segno della tradizionale attenzione dell’Azienda alle esigenze dei cittadini e in un’ottica di inclusione in coerenza con la sua storica vocazione di azienda socialmente responsabile che aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

 

Notizia