Olimpiadi di Calcio sordi, Italia-Iran 0-2: inizia male l’avventura degli azzurri

Non parte con il piede giusto la spedizione dell'Italia sordi alle Olimpiadi in Brasile, la squadra di Trocchia viene sconfitta 2-0 dall'Iran

0
172 Numero visite
Nazionale sordi, credit photo Roberta De Palo
PUBBLICITA

Allo stadio Marco Polo di Caxias do Sul, in Brasile, va in scena la prima gara delle Olimpiadi della nazionale italiana sordi impegnata contro l’Iran. Il tecnico Igor Trocchia schiera questi undici: VizzoCecconiBongiorniRezzaCondelloBragagliaDel Greco, Davide GrippoAntonettiCappato e Manuel Grippo.

PUBBLICITA

di Stefano Sorce

Italia-Iran: il primo tempo

La partenza non è delle migliori con la nazionale iraniana che passa in vantaggio dopo appena sette minuti con un tiro dell’attaccante che si infila alle spalle del portiere Emanuele Vizzo. E’ un’Italia nervosa quella del primo tempo ed a farne le spese sono gli ammoniti Davide Grippo, Dustin Condello e Gianluca Rezza. Il primo tempo si chiude sullo 0-1, con la nazionale asiatica che sfiora in diverse occasioni il gol del raddoppio.

Italia-Iran: il secondo tempo

Nella ripresa la squadra di Trocchia entra in campo con più determinazione e sfiora la rete in diverse occasioni. Quella più clamorosa capita sui piedi del numero nove Del Greco che calcia da buona posizione trovando l’opposizione del portiere iraniano. Probabilmente nel momento migliore degli azzurri arriva la mazzata che chiude il match.

Al minuto settantasette l’arbitro concede un calcio di rigore per un fallo di mano sul tiro dell’attaccante iraniano. La nazionale asiatica non sbaglia dal dischetto e si porta sullo 0-2 a pochi minuti dal termine della gara. Non ci sono ulteriori sussulti fino al termine del match, da registrare solamente la doppia espulsione di Bragaglia per l’Italia e del calciatore iraniano, che vengono allontanati entrambi dall’arbitro al minuto novantaquattro.

Non era l’esordio che si aspettavano i ragazzi di Trocchia che sono subito chiamati al riscatto nella difficile gara di martedì 2 maggio, in programma alle ore 19 italiane, contro i padroni di casa del Brasile. Da rivedere dunque la prestazione degli azzurri che sono sembrati contratti e nervosi. Bene la nazionale iraniana che ha sfruttato le occasioni avute ed ha mostrato delle buone individualità.

 

Notizia