Mantova, Costa nella Nazionale dei sordi: giovedì stage in vista dei Mondiali

0
27 Numero visite
PUBBLICITA

MANTOVA. Ventidue percento. Questa è la percentuale con la quale Tommaso Costa, 18enne mantovano nato con la palla fra i piedi anche per “colpa” del papà Remo, dirigente fra gli altri al Lunetta, riesce grazie alle audioprotesi a sentire i suoni che lo circondano in maniera accettabile. Il dato gli ha consentito di entrare a far parte degli atleti Sordi, nella Federazione affiliata al Comitato Paralimpico italiano, che partecipa regolarmente alle manifestazioni nazionali e internazionali.

PUBBLICITA

Tommaso è da sempre nelle formazioni giovanili del San Lazzaro e proprio ieri il presidente Angelo Valenza ha ufficializzato la chiamata per lo stage della Nazionale in programma a Formigine (Modena) dal 2 al 4 dicembre: «Comunico con grande soddisfazione che il nostro tesserato Tommaso Costa, calciatore della squadra Juniores, è stato convocato per il raduno della Nazionale di Calcio Sordi, in vista dei campionati mondiali che si terranno l’anno prossimo in Brasile. A Tommaso le nostre più vive felicitazioni per il traguardo raggiunto ed un grosso in bocca al lupo per questa straordinaria avventura».

«Tommaso – spiega il padre, Remo – gioca da anni con ottimo profitto nel San Lazzaro e nei mesi scorsi, quando ci siamo iscritti all’Ente nazionale Sordi ci siamo sentiti chiedere se il ragazzo faceva sport. Alla nostra risposta affermativa i dirigenti della squadra azzurra si sono interessati per vederlo all’opera in un’amichevole disputata a Bologna, nella quale purtroppo si è infortunato e non ha potuto partecipare all’amichevole in Ucraina della Nazionale. Ora Tommaso si è ripreso ed è stato subito chiamato per lo stage in programma a Modena. In seguito la Nazionale svolgerà un nuovo raduno e a quel punto verrà stabilito se Tommaso, che è il più giovane del lotto, riuscirà a conservare un posto fra i convocati dei campionati del mondo che, Covid permettendo, verranno disputati in Brasile nel prossimo anno.

Il ritrovo per il raduno della Nazionale è fissato per le ore 14 all’hotel Globo in via Radici di Piano, 55 a Formigine (Modena). Il coordinatore tecnico Alessandro Bernardini è stato nominato responsabile Covid-19. Tutti i giocatori dovranno presentarsi al ct Igor Trocchia muniti di referto di tampone antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti.

alberto fortunati

 

PUBBLICITA
Notizia