Giornata internazionale persone con disabilità, Mattarella: “A loro dobbiamo rispetto”

In occasione della ricorrenza, istituita dall'Onu, il Capo dello Stato ha ricordato: "Sono milioni le persone con disabilità che ogni giorno combattono per una vita indipendente e che ci insegnano come affrontare con forza vitale e grande dignità le difficoltà". E ha aggiunto: l'inclusione di queste persone "è banco di prova della piena affermazione dei diritti umani"

0
28 Numero visite
PUBBLICITA

“Sono milioni le persone con disabilità che ogni giorno combattono per una vita indipendente e che ci insegnano come affrontare con forza vitale e grande dignità le difficoltà: a loro dobbiamo rispetto.

PUBBLICITA

Alle loro straordinarie famiglie, ai volontari e alle associazioni che si battono per l’affermazione dei loro diritti va oggi l’apprezzamento della Repubblica”. Questo il messaggio del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità.

Mattarella: “Banco di prova piena affermazione dei diritti umani”

La ricorrenza è stata istituita dall’Onu “con l’obiettivo di promuovere i diritti e il benessere di tutti coloro che convivono con una forma di disabilità: si tratta di un numero significativo di persone, a rischio di aumentare con l’invecchiamento della popolazione.

Salute, istruzione, mobilità, lavoro, sono diritti che per le persone con disabilità rappresentano il frutto di lunghe battaglie lastricate di dolore, mortificazione, senso di ingiustizia e impotenza, episodi di discriminazione”, si legge ancora nel messaggio del Presidente della Repubblica.

“L’inclusione delle persone con disabilità è banco di prova della piena affermazione dei diritti umani. Gli importanti progressi della tecnologia sono di ausilio per superare le limitazioni che ostacolano la vita delle persone con disabilità, favorendone la piena partecipazione. Va incoraggiato ogni progresso in questa direzione per andare oltre ogni barriera.

Le persone con disabilità sono una risorsa per la comunità e la loro partecipazione alla vita della società è prezioso”, sottolinea Mattarella.

 

Notizia