Riccardo Ferracuti: quando la tenacia fa la differenza

0
287 Numero visite
PUBBLICITA

Il lavoro è uno degli aspetti imprescindibili, insieme a quello familiare e sociale, che concorrono alla piena realizzazione dell’individuo. Mi preme celebrare questo primo maggio raccontandovi la storia di una persona che non ha mai smesso di credere nelle sue potenzialità.

PUBBLICITA

Riccardo Ferracuti, di padre fermano e madre romana, è un professionista Sordo laureatosi in Lettere alla Sapienza di Roma. Nell’autunno del 2005 parte alla volta degli Stati Uniti per proseguire gli studi presso l’Università Gallaudet di Washington. Nel 2008 si forma come interprete e nel 2010 è il primo studente internazionale Sordo a essere ammesso al programma di Dottorato in Interpretazione.

Ferracuti ha portato a termine gli studi lavorando all’Università nell’ufficio adibito alla gestione del servizio di interpretariato e svolgendo altresì l’attività di insegnante nonché di interprete certificato (CDI) presso la facoltà di Interpreti e Traduttori. Conosce alla perfezione la Lingua dei Segni Americana (ASL), la Lingua dei Segni Italiana (LIS), l’italiano e l’inglese. Il suo obiettivo è quello di ridurre il disagio fra Sordi e interpreti per facilitarne la collaborazione e garantire al Sordo un maggior potere decisionale. Dal 1 Settembre 2017 Riccardo è docente di ruolo presso il Northern Virginia Community College (NVCC) – Annandale (VA) dove insegna ASL e interpretariato a studenti udenti. Lavora altresì come interprete libero professionista e molto spesso proprio alla Gallaudet University – Washington DC.
Prossimamente pubblicherò in esclusiva per Vivere Fermo l’intervista che mi ha rilasciato in merito alla sua professione e in cui ripercorre le tappe salienti della sua vita e della sua carriera. Un percorso in salita che non ha mancato di riservargli delle grandi soddisfazioni morali e intellettuali.

di Michele Peretti
redazione@viverefermo.it

https://www.viverefermo.it/

PUBBLICITA
Notizia