A Busto arriva “Nonno Ascoltami!”

La perdita uditiva correlata all’invecchiamento, in particolare, colpisce il 70% dei pazienti oltre 74 anni. Il riconoscimento precoce della sordità permette di limitare i danni della deprivazione uditiva

0
14 Numero visite
PUBBLICITA

Per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della salute uditiva, ogni anno la Onlus Udito Italia porta in giro per il Paese la sua campagna di prevenzione più importante: “Nonno Ascoltami!  – L’Ospedale in piazza”.

PUBBLICITA

Viviamo in un momento storico in cui si assiste a una ridistribuzione demografica senza precedenti: entro il 2050 la proporzione di anziani tenderà a raddoppiare, passando dall’11% al 22% della popolazione totale. Nei prossimi 5 anni, per la prima volta nella storia dell’umanità, il numero di individui di età uguale o superiore a 65 anni supererà quello dei bambini al di sotto dei 5 anni. Gli anziani avranno un ruolo sempre più importante nella società, ma soprattutto avranno voglia di essere protagonisti della vita sociale. Un anziano sano è fondamentale per la società, bisogna quindi favorirne il mantenimento dell’autosufficienza e della qualità di vita. E fondamentale in questo senso è l’udito, il cui ruolo nel mantenimento di una vitta attiva è troppo spesso sottovalutato.

Per l’edizione 2022 di “Nonno ascoltami!” sono previste in totale 6 domeniche, dal 18 settembre fino al 23 ottobre: la campagna è sostenuta dall’Oms e dal Ministero della Salute, che si affida alla consolidata formula con medici specialisti, professionisti sanitari e volontari per una giornata a disposizione dei cittadini per aiutarli a conoscere meglio questo importante senso, l’udito.  Il via ufficiale alla campagna è stato dato a Roma, presso il Ministero della Salute, con i rappresentanti della Onlus, numerosi ospiti istituzionali e l’ambasciatore di Udito Italia, Luciano Onder.

L’evento, patrocinato dall’Amministrazione comunale, farà tappa a Busto Arsizio il 2 ottobre in piazza San Giovanni. Per tutto il giorno l’équipe medica guidata dal dottor Antonio Scotti, Responsabile dell’unità operativa di Otorinolaringoiatria degli Ospedali di Busto Arsizio e Gallarate dell’ASST Valle Olona, sarà a disposizione dei cittadini che avranno la possibilità di effettuare screening uditivi  gratuiti. 

In Italia sono oltre 7 milioni le persone con problemi di udito, corrispondenti al 12,1% della popolazione,  una persona su tre (tra gli over 65). Solo il 31% della popolazione ha effettuato un controllo dell’udito negli ultimi 5 anni, mentre il 54% non l’ha mai fatto.

Solo il 25% di coloro che potrebbero averne beneficio usa l’apparecchio acustico, nonostante l’87% di chi ne fa uso, dichiari migliorata la propria qualità di vita.

Al livello mondiale, l’Oms stima che circa il 5% della popolazione “convive” con una perdita uditiva e si prevede che circa una persona su quattro entro il 2050 sperimenterà una forma di diminuzione dell’udito (pari a quasi 2,5 miliardi di persone in tutto il mondo).

La campagna gode del patrocinio del Ministero della Salute e della Presidenza del Consiglio dei Ministri e ha ottenuto il riconoscimento della Presidenza della Repubblica.  Inoltre, Udito Italia diffonde ufficialmente in Italia le raccomandazioni dell’OMS in tema di salute uditiva ed è inserita, quale rappresentante italiano, nel comitato decisionale del World Hearing Forum, organo istituito all’interno dell’OMS e che riunisce i maggiori esperti mondiali di salute uditiva.

Anche quest’anno si consolida la partnership con Croce Rossa, preziosa collaborazione per la corretta e sicura gestione dell’evento in piazza.

E’ possibile compilare il questionario di valutazione rischio udito (https://www.uditoitalia.it/survey/index.php/542319) prima di accedere alla struttura che sarà allestita in piazza.

Per ulteriori informazioni: www.uditoitalia.it

 

Notizia