PUBBLICITA

Autismo, diritti dei passeggeri e persone con ridotta mobilità: Quaranta, DG Enac, ne parla al TTG di Rimini.

PUBBLICITA
Quaranta, DG Enac

Diritti dei passeggeri, aiuto ai portatori di disabilità e alle persone a ridotta mobilità, impegno per chi è colpito da autismo e vuole volare senza difficoltà. Sono alcuni dei temi affrontati a Rimini oggi nel corso della seconda giornata del TTG da Alessio Quaranta, Direttore Generale di Enac.

“L’Italia è stata la prima in Europa a dotarsi di una carta dei diritti del passeggero che nel tempo si è evoluta fino a ricomprendere norme a favore di quanti hanno disabilità o ridotta mobilità. Il vero valore aggiunto è stato mettere in condizione i passeggeri di conoscere i propri diritti, di accrescere la loro consapevolezza” ha detto Quaranta nel corso del dibattito “I nuovi spazi dell’ospitalità in aeroporto. Più libertà di movimento e più diritti per i passeggeri nei progetti Enac”.

“Un progetto a cui ENAC tiene molto – ha aggiunto Quaranta – riguarda l’autismo. Il progetto Enac “Autismo – in viaggio attraverso l’aeroporto”, a cui hanno aderito quasi tutti gli aeroporti nazionali e che è stato adottato anche da ITA Airways, permette al passeggero che soffre di questo disturbo di prendere confidenza e di sentirsi a suo agio in un ambiente grande e molto frequentato. Il trasporto aereo è uno strumento importantissimo di mobilità: ora ci stiamo impegnando al meglio per renderlo davvero accessibile a tutti”.

L’Enac è presente per la prima volta al TTG di Rimini con un proprio stand. Funzionari dell’Ente sono a disposizione dei visitatori per fornire informazioni sul settore dell’aviazione civile. Inoltre, sono proiettati sui monitor dello stand i video istituzionali dell’Enac sui diritti dei passeggeri e sulle forme di tutela dei Passeggeri a Ridotta Mobilità.

 

Notizia