Concorsi pubblici: pubblicato il bando per l’avvio a selezione nella Regione Lazio per 97 operatori da impiegare presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e per il Turismo.

Concorso MIBACT, pubblicato il bando regionale (Lazio) per la selezione di 97 unità di personale di qualifica non dirigenziale da inquadrare con rapporto di lavoro a tempo indeterminato nel profilo professionale di operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza.

Un concorso pubblico differente rispetto ai soliti: si tratta, infatti, di un avviso pubblico a selezione mediante avviamento degli iscritti ai Centri per l’Impiego ai sensi dell’articolo 16 della legge 56/1987, per la copertura di posti vacanti presso le sedi di RomaFrosinone e Rieti. Come previsto solitamente per i concorsi banditi secondo l’articolo 16, potranno partecipare alla selezione i candidati in possesso della sola licenza media.

La maggior parte dei posti per il concorso del Ministero dei Beni Culturali è riservata per la provincia di Roma: qui, infatti, è prevista una quota di 92 posti, mentre i restanti 5 sono suddivisi in 3 per la provincia di Frosinone e in 2 per quella di Rieti.

Per l’invio della domanda di partecipazione manca ancora un mese, visto che la procedura partirà solamente dagli inizi di settembre. Nel frattempo possiamo portarci avanti e approfondire requisiti e prove concorsuali, come pure i punteggi che saranno assegnati ai fini della graduatoria finale.

Concorso operatori MIBACT: chi può partecipare

L’avviamento a selezione è rivolto a tutti coloro che alla data di pubblicazione del bando (quindi al 16 luglio 2020) risultano disoccupati ed iscritti presso un Centro per l’Impiego della Regione Lazio.

Non ci sono limiti d’età, basta aver compiuto i 18 anni. Come anticipato, invece, per il titolo di studio è sufficiente la licenza media. Ci sono, poi, gli altri requisiti solitamente previsti per la partecipazione ai concorsi pubblici, come ad esempio il godimento dei diritti civili e politici.

AI fini del buon esito della procedura, inoltre, bisognerà dimostrare di avere l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui la procedura si riferisce.

Concorso operatori MIBACT: punteggi e prova d’idoneità

Come prima cosa ai Centri per l’Impiego spetta la formazione della graduatoria definitiva, la quale verrà redatta tenendo conto dei punteggi indicati nel bando.

Nel dettaglio, concorre alla formazione della graduatoria l’ISEE, nella maniera per cui:

Al punteggio iniziale di 100 punti va sottratto un punto per ogni 1.000 euro dato ISEE, fino ad un massimo di 25 punti.

Viene assegnato un punteggio anche in base al carico familiare. Per ogni familiare a carico viene attribuito un punteggio pari a 10 punti, mentre per la famiglia monoparentale spetta un punteggio pari a 20 punti. Spetta, inoltre, un punteggio aggiuntivo in base all’età anagrafica2 punti per chi ha compiuto 40 anni4 punti al compimento dei 45 anni e 6 punti per chi ha compiuto 50 anni.

In seguito alla pubblicazione della graduatoria si provvederà ad avviare al Ministero dei Beni e le Attività Culturali e per il Turismo le persone collocate in posizione utile per un numero di candidati pari al doppio dei posti da ricoprire.

Questi saranno sottoposti alla valutazione di idoneità allo svolgimento delle mansioni legate al profilo professionale di operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza. Una sola prova nella quale si andrà ad accertare l’idoneità a svolgere le mansioni del profilo nel quale avviene l’assunzione.

Concorso operatore MIBACT: invio della domanda

L’invio della domanda va effettuato utilizzando la procedura online disponibile al seguente indirizzo. Le modalità per la presentazione della domanda saranno precisate in un successivo momento.

Per presentare la domanda c’è tempo dalle ore 09:00 del 7 settembre 2020 alle ore 15:00 del 10 settembre 2020.

 

Newsletter